Svizzera: elezioni cantonali

Mar 20 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 312 Views • Commenti disabilitati su Svizzera: elezioni cantonali

Negli ultimi due fine settimana in alcuni cantoni si sono rinnovati sia gli esecutivi che legislativi e per l’UDC vi sono stati esiti di un certo valore.

Iniziamo con il Canton San Gallo che l’otto marzo scorso ha eletto: per il Consiglio di Stato cinque dei sette membri. Per l’UDC è stato riconfermato l’uscente Kölliker Stefan con 65077 voti. Mentre Götte Michael  con 48927 voti non è riuscito a esser eletto al primo turno. La maggioranza era di 53945 voti. Pure il secondo candidato del PLR dovrà ripresentarsi il prossimo 19 aprile. Finora vi erano 2 PLR, 2 PS, 2 PPD e 1 UDC.

Al termine del secondo turno potrebbe esservi anche una modifica nella composizione del Consiglio di Stato sangallese.

Per il legislativo, l’UDC ha ottenuto 35 seggi (-5), PLR 22 (-4), PS 19 (-2), PPD 27 (+1), Verdi 9 (+ 4), Verdi Lib. 6 (+4), ed Evangelici 2.

Nel Canton Uri, Chistian  Arnold  ha riconquistato, per l’UDC, il seggio nell’esecutivo cantonale. Gli altri eletti sono 2 PLR (- 1), 2 PPD e 2 PS. Per il Gran Consiglio si è avuto il seguente esito: PPD 26 (+4), PLR  16 (-2), UDC 13  (-2), PS/Verdi 9.

Lo scorso fine settimana è stata la volta del Canton Turgovia a rinnovare il Consiglio di Stato. Questo l’esito: l’UDC ha mantenuto i due seggi con l’uscente Monika Knill e il nuovo Urs Martin. Gli altri tre seggi sono stati conquistati da 1 PPD, 1 PLR e un PS. Il tentativo delle forze ambientaliste di entrare nel Consiglio di Stato turgoviese è fallito. Il candidato dei Verdi liberali Ueli Fisch e quella dei Verdi Karin Bétrisey sono stati entrambi superati nelle preferenze dal rappresentante democentrista.

Per quel che riguarda il Parlamento, che è composto da 130 deputati, i grandi vincitori sono stati i Verdi che conquistano 6 mandati supplementari (15). Cresce anche l’UDC che si conferma primo partito con 46 seggi (+2) mentre Evangelici (6) e Verdi liberali (8) ne conquistano uno ciascuno in più.

In perdita di velocità sia PLR  che PPD, i quali perdono entrambi due mandati per attestarsi a 18 seggi. Il partito socialista (14) ne perde 3, mentre rimane invariato il numero di seggi dell’Unione democratica federale (5). Il Partito borghese democratico (PBD) perde i due mandati che deteneva e non è quindi più rappresentato in Parlamento. Per il partito di Martin  Landolt ed Eveline Widmer – Schlumpf continua il declino!
La partecipazione al voto è stata del 32,6 per cento (2016: 30,4 per cento).

Comments are closed.

« »