Ticinesi vogliamo mettere le volpi a guardia del pollaio?

Set 26 • Dal Cantone, Prima Pagina • 1480 Views • Commenti disabilitati su Ticinesi vogliamo mettere le volpi a guardia del pollaio?

Da qualche giorno il PPD ha preso in mano la gestione della campagna contro l’iniziativa popolare costituzionale “Prima i nostri”. E questo non può che farci piacere. La credibilità del partito ha infatti oramai toccato i minimi termini a Berna come in Ticino, tanto da essere qualificati in Svizzera come dei penosi opportunisti.

Dopo aver attivamente contribuito a creare una coalizione di centrosinistra per affossare l’applicazione del 9 febbraio, oggi, con la solita attitudine slalomeggiante che li contraddistingue, provano a rifarsi una verginità. Certo le fortissime critiche che sono loro piovute addosso per l’atteggiamento asservito all’UE dimostrato nella Commissione delle istituzioni politiche, arrivate persino dall’economia, hanno colpito nel segno. Tanto da costringerli a un radicale e imbarazzante cambio di strategia. Speriamo che questa sia la volta buona, ma purtroppo con il PPD non si può mai sapere, loro sono maestri nelle piroette e nei salti mortali. E questo senza neppure arrossire. La pressione deve comunque rimanere alta e per questo motivo è di fondamentale importanza sostenere massicciamente in Ticino l’iniziativa costituzionale “Prima i nostri”. Il controprogetto rappresenta per loro infatti un’agile scappatoia che fornisce un alibi per nuovamente cambiare idea a Berna e lasciare il tutto annegare nei soli auspici in Ticino. Non bisogna dunque mollare la presa e far sì che il PPD, il PLR e la sinistra siano obbligati, grazie a un chiaro sostegno di “Prima i nostri”, a ascoltare la voce del 9 febbraio inserendo senza sudditanza la preferenza indigena, i contingenti e i tetti massimi. Esattamente come richiesto dall’articolo costituzionale 121a. La loro contrarietà ad inserire i medesimi concetti nella Costituzione ticinese la dice lunga sulla buona fede del controprogetto e sul comportamento del partito nazionale. Fidarsi ciecamente del PPD, del PLR e del PS, sarebbe come mettere le volpi a guardia del pollaio e affidarsi alle mani di maldestri acrobati circensi. 

 

Il Comitato di sostegno dell’iniziativa “Prima i Nostri”

Comments are closed.

« »