Grazie del vostro sostegno, ora tocca a noi!

Apr 20 • Dal Cantone, Dall'UDC, Prima Pagina • 1030 Views • Commenti disabilitati su Grazie del vostro sostegno, ora tocca a noi!

Piero Marchesi
Presidente UDC Ticino e deputato in Gran Consiglio

Vi assicuro, 7 deputati in Gran Consiglio è un risultato sperato ma per nulla scontato. L’UDC cantonale ha sempre faticato a decollare nelle varie tornate elettorali, il risultato di domenica 7 aprile ha un sapore particolare che ripaga il grande impegno degli ultimi anni. Un lavoro costante sui temi tradizionali, quali il controllo dell’immigrazione, l’attenzione al mondo del lavoro, il meno Stato e la ricerca generale di più sicurezza. Affrontando anche altri temi quali la scuola – con il lancio e la vittoria del referendum “La scuola che verrà” – e con l’elaborazione delle varie iniziative fiscali atte a limitare l’invadenza e la pressione dello Stato verso il ceto medio e le PMI, abbiamo ottenuto maggiore sostegno dagli elettori ticinesi. La campagna elettorale dell’UDC è stata molto attiva e proficua. Essere regolarmente presenti nelle piazze ticinesi per tastare il polso della gente e farsi conoscere dai cittadini, ha reso il partito molto più popolare. Non sono poi mancati importanti investimenti nei nuovi canali di comunicazione social e una presenza costante nei media. I Ticinesi hanno facilmente conosciuto le nostre idee, il nostro programma e i nostri candidati. Grazie al sostegno popolare, ora in parlamento siamo un po’ più forti, tocca a noi portare avanti con costanza e coerenza il programma del partito.

Vogliamo dare una risposta ai molti giovani che terminano gli studi o l’apprendistato e che non trovano un posto di lavoro, agli over 50enni che vengono sistematicamente sostituiti dalla manodopera frontaliera. La disdetta della libera circolazione è certamente la soluzione, nel frattempo però ci impegniamo per trovare misure a breve termine. Vogliamo poi migliorare la scuola dell’obbligo per preparare meglio i nostri giovani al futuro e promuovere una riduzione di tasse e imposte per il ceto medio e le PMI. Lavoriamo affinché la Svizzera rimanga la Svizzera, un paese libero e sovrano, con buoni rapporti con l’UE e gli Stati esteri, rifiutando però categoricamente accordi quadro e limitazioni della nostra democrazia diretta.

Ringrazio di cuore le cittadine e i cittadini che ci hanno dato la loro fiducia, grazie anche alle candidate e candidati che si sono impegnati in questa campagna elettorale, formulo i migliori auguri di buon lavoro al nostro gruppo in parlamento e confido sul vostro costante sostegno.

Grazie!

Comments are closed.

« »