Grazie elettori, grazie UDC!

Apr 20 • Dal Cantone, L'opinione, Prima Pagina • 306 Views • Commenti disabilitati su Grazie elettori, grazie UDC!

 

Norman Gobbi
Consigliere di Stato
Lega dei Ticinesi

Tante parole sono state scritte e dette dopo le elezioni cantonali del 7 aprile. Ho già avuto modo di esprimere la soddisfazione per l’esito dell’accordo elettorale pattuito tra Lega dei Ticinesi e UDC. Il risultato è lì da vedere, con la conferma dei due seggi – il mio è quello del collega Zali – in Governo. La lettura e il raffronto di cifre e percentuali per il Consiglio di Stato e quella per il Gran Consiglio mi fa dire che la strada scelta sia stata più che opportuna. Per questo motivo ringrazio i vertici dell’UDC cantonale per aver saputo cogliere l’importanza di questo accordo, ma soprattutto le elettrici e gli elettori democentristi per il sostegno accordato alla lista congiunta. Inoltre, ringrazio gli elettori UDC per l’appoggio che hanno dato alla mia persona in questa tornata elettorale. Lo faccio da queste colonne, dopo aver portato il mio saluto al comitato cantonale della scorsa settimana.

Con la strategia messa in atto abbiamo voluto dare sostanza a un discorso di centro-destra che potesse risultare vincente sia in occasione delle elezioni cantonali, sia in prospettiva per le elezioni federali di ottobre. Un discorso politico, non una difesa fine e sé stessa di poltrone. Abbiamo visto quanto possa essere determinante la presenza di due leghisti in Consiglio di Stato, per esempio con la recente presa di posizione inviata a Berna dal Governo cantonale contraria all’Accordo quadro con l’UE. Il nostro è stato un rifiuto che vuole difendere gli interessi nazionali e di riflesso gli interessi dei Ticinesi. Lo possiamo fare sia su piano cantonale, sia a livello federale. E questo si traduce appunto in una convergenza strategica anche nelle scelte elettorali, tenuto conto delle specificità della Lega dei ticinesi e dell’Unione democratica di centro, Sezione Ticino. Con una riflessione finale: abbiamo la fortuna di poter mettere in campo persone che sanno coagulare ampi consensi. È un fattore determinante, che ci permette di avviare la campagna elettorale per le elezioni federali di ottobre sotto i migliori auspici.

 

Comments are closed.

« »