RSI: si è parlato dei cento anni dell’UDC

Feb 19 • Dal Cantone, Dall'UDC, L'opinione, Prima Pagina • 223 Views • Commenti disabilitati su RSI: si è parlato dei cento anni dell’UDC

Venerdì 12 corrente, alla RSI, nella trasmissione Millevoci condotta da Roberto Antonini, si è parlato di «UDC: una lunga storia di patriottismo e federalismo». Abbiamo riascoltato la puntata e riteniamo corretto, su questo periodico, presentare alcune osservazioni pertinenti sul programma andato in onda.

La prima parte della trasmissione ha visto intervenire gli storici Carolina Ferrari-Rossini, Oscar Mazzoleni, Maurizio Mena – autori, assieme a Marco Marcacci, della suindicata pubblicazione –  e  Orazio Martinetti.

Il libro è un ottimo lavoro e riteniamo di ringraziarli per l’accurata e puntigliosa elaborazione della storia dell’UDC presentata.

Martinetti ha più volte evidenziato e chiarito in modo impeccabile i motivi di certe decisioni, prese a suo tempo dal partito.

Dalla legge urbanistica – che tutti i partiti ticinesi, tranne l’UDC, nel 1969 appoggiavano – sonoramente bocciata dai votanti con 19’284 NO e 8’938 SÌ, al famoso CUSI, del quale nel dicembre 1985 fu approvato dal GC il disegno di legge, ma contro cui fu lanciato il referendum che raccolse ben 17mila firme, a seguito del quale il progetto fu bocciato in votazione popolare nell’aprile 1986 dal 68,6% di chi si era recato alle urne.

Orazio Martinetti ha poi indicato in modo chiaro le motivazioni che hanno spinto a questa pubblicazione, che riportiamo: «prima di concludere la nostra discussione, ci tenevo a dire una cosa sul libro che forse non abbiamo detto in apertura. È un libro che – è importante dirlo – può essere di scuola e di lezione per tutti gli altri. È scritto da 2 politologi e 2 storici che non sono appartenenti al partito e non provengono da quest’area. Va dato atto all’UDC e alla Fondazione Carlo Danzi di aver dato carta bianca a quattro studiosi che hanno lavorato liberamente e quindi ci hanno offerto un libro che non è una storia ufficiale del partito dell’UDC, ma è una storia complessiva, indipendente e che ci permette di aprire molte finestre sulla società ticinese dal primo dopo guerra fino ad oggi».

Pure il moderatore Roberto Antonini ha, in modo corretto, confermato che la pubblicazione ha: «un approccio scientifico e non partigiano e questo dà ovviamente un valore maggiore al libro».

La trasmissione la si può riascoltare su https://www.rsi.ch/play/radio/millevoci/audio/udc-una-lunga-storia-di-patriottismo-e-federalismo?

FRG

Comments are closed.

« »