Dai comuni

Mar 8 • Dai Comuni, Dall'UDC, Prima Pagina • 54 Views • Commenti disabilitati su Dai comuni

Gambarogno

Comunali: l’UDC corre nella lista civica «Per Gambarogno»

Per le votazioni comunali nel Gambarogno l’UDC c’è e correrà nella lista civica Per Gambarogno, già presente in questa legislatura con tre consiglieri comunali. La lista si è rafforzata di nuovi elementi molto determinati a voler far rivivere il nostro comune e a sostenere i residenti,  in particolare i giovani e gli anziani.

Nella foto da sinistra a destra (Cleto Ferrari, Noah Manni, Gina Bärtschiger, Giancarla Busi, Raffaella Paroni, Angela Branca, Silvia Weber, Giuseppe Fleury, Marc Börlin)

Maggia

Ascolto e presenza, UDC-SVP in campo per una Maggia protagonista

Ascoltare e osservare, osservare e ascoltare. Vivere la realtà del territorio nelle sue differenze d’accento e nella sua unità storica e culturale. Soprattutto, rafforzare il tessuto connettivo di un luogo che non esitiamo a definire unico, e ciò per tramite del contatto diretto e quotidiano tra cittadini.

Questo abbiamo fatto, come UDC-SVP, nella Legislatura – forzatamente abbreviata al triennio – che sta per concludersi; e questo faremo, con altri atti concreti dal Municipio e dal Consiglio comunale, nella Maggia che si disegnerà alle ormai imminenti elezioni comunali. Non stiamo «promettendo»; stiamo garantendo. Perché siamo coscienti del valore di ciò che Maggia è, in ogni piazza, in ogni strada, in ogni nucleo, in ognuna delle sue capitali: già, ognuno dei borghi confluiti nell’aggregazione formalmente definitasi nell’aprile 2004 (sembra ieri, eppure stiamo per tagliare il traguardo dei 20 anni) è per noi tuttora e sempre una capitale. Una capitale, e un capitale: di esperienze, di storie, di lavoro, di risorse.

Tra Aurigeno, Coglio, Giumaglio, Lodano, Moghegno, Someo e Maggia in quanto tale, saranno circa 2’000 le donne e gli uomini che domenica 14 aprile decideranno del presente e del futuro su quel che più da vicino li riguarda. Si può pensare: siamo una goccia nel Ticino che cambia, siamo una molecola nella Svizzera in trasformazione. Giusto: siamo goccia e molecola, ma possiamo orientare il viaggio di questa goccia e possiamo stabilire che cosa questa molecola porterà in sè e con sè. Per questo, nel momento in cui si è trattato di scegliere il messaggio che ci rappresentasse, spontaneo è sorto un «Fai la differenza» che è invito a partecipare e a decidere. Contano, nella vita, i «Sì» e i «No»; a noi tocca il farli contare e pesare con il voto alla lista numero 4 per il Municipio e alla lista numero 6 per il Consiglio comunale.

Il «da farsi», nelle nostre comunità compartecipi di un unico progetto, non è poco e non è di poco conto. Cultura: dar forza al recupero e alla valorizzazione dei beni storici e architettonici, dal civile al religioso, che formano un’autentica passeggiata didattica a cielo aperto. Turismo: acquisire livelli crescenti di qualità, aggiungere ogni volta quel «quid» in più che renda Maggia peculiare agli occhi dei visitatori-ospiti; si pensi, per dire, alle piccole infrastrutture da «palestra all’aperto», investimenti modesti ma diffusi e tali da invogliare alla pratica ludica e sportiva senza limiti di età. Servizi: con dialogo cortese ma franco, fare in modo che la copertura dei trasporti pubblici sia tale da porre Maggia (e la valle) almeno sugli «standard» delle città sopracenerine; quanto alla nota vicenda del «lascito Tognazzini» in quel di Someo, far leva sulla petizione sottoscritta da circa 200 cittadini con la quale è stato chiesto al Municipio di valutare ogni opzione prima che si proceda alla scelta definitiva. Coinvolgimento: istituire un «Consiglio dei fanciulli», consesso di cui Maggia sarebbe tra i primi Comuni a dotarsi. Non trascurabile, in ultimo, la necessità di un confronto «assertivo» con le autorità di altro rango – Cantone e Confederazione – su temi essenziali, si pensi alla presenza del «Centro rifugiati» ai Ronchini di Aurigeno.

Ce n’è abbastanza, crediamo, per un buon lavoro. Che siamo pronti a svolgere in nome di tutti.

I nostri candidati – Per il Municipio (lista numero 4): Simone Franceschini, 1978; Ermes Agostini, 1940; Aram Berta, 1987; Nadja Lotti, 1976. Per il Consiglio comunale (lista numero 6): Simone Franceschini, 1978; Aram Berta, 1987; Ermes Agostini, 1940; Nadja Lotti, 1976; Stipo Rastegorac, 1964; Sandro Bizzozzero, 1994; Boris Schuster, 1969; Massimo Giugni, 1968; Alessandro «Bubi» Berta, 1986; Alea Agostini, 2003; Christian Agostini, 1972; Lodovico Tomasini, 1955.

Comments are closed.

« »