Contro l’aumento dei premi delle casse malati: un colpo al cerchio e uno alla botte

Gen 10 • Prima Pagina • 276 Views • Commenti disabilitati su Contro l’aumento dei premi delle casse malati: un colpo al cerchio e uno alla botte

Echi dal Gran Consiglio

Roberta Soldati
Deputata UDC in Gran Consiglio

Nella seduta del 10 dicembre 2019 il gruppo UDC in Gran Consiglio ha sostenuto il pacchetto delle iniziative cantonali contenenti dei principi fondamentali atti ad apportare dei correttivi per frenare l’aumento dei premi delle casse malati.

La prima iniziativa denominata “Più forza ai cantoni” mira a correggere una pericolosa prassi messa in atto lo scorso anno, che rischia di consolidarsi, tesa a escludere i cantoni dalla discussione con le casse per la determinazione dei premi. L’iniziativa chiede appunto, che i cantoni continuino a essere informati dalle casse sui costi e ricavi, al fine di poter prendere posizione sull’ammontare dei premi degli assicurati residenti sul loro territorio.

La seconda iniziativa, denominata “Per riserve eque ed adeguate”, mira a ridurre le riserve eccessive e non necessarie accumulate negli ultimi anni dalle casse. Queste riserve devono essere rimborsate agli assicurati per i premi pagati in eccesso in passato. Si legge infatti sulla stampa che le casse continuano ad accumulare utili stratosferici, per cui è ora e tempo che vengano ristabiliti i parametri sull’ammontare delle riserve che le casse devono accantonare per fare fronte ai rischi. Questo per evitare che esse accumulino un ammontare sproporzionato di denaro.

La terza e ultima iniziativa, denominata “Per premi conformi ai costi”, mira a stabilire l’ammontare dei premi secondo i costi effettivi e, ogni anno, le casse dovranno restituire agli assicurati quanto pagato in eccesso l’anno precedente.

Il problema dell’aumento dei premi delle casse malati è un tema che deve essere risolto a livello federale. Tuttavia, le iniziative approvate dal Gran Consiglio ticinese con il sostegno dell’UDC, costituiscono un monito e un forte segnale all’attenzione delle autorità federali, affinché agiscano. Probabilmente altri cantoni seguiranno il Ticino.

In attesa che a Berna si proceda con un’effettiva riforma, a livello cantonale non resta che mettere in atto l’iniziativa parlamentare generica dell’UDC, che chiede la piena deducibilità dei premi della cassa malati. Come si dice: un colpo al cerchio e uno alla botte, solo così finalmente aiuteremo concretamente il ceto medio.

Comments are closed.

« »