Tutto il mondo ride a crepapelle dei nostri „problemi“

Feb 23 • L'opinione, Prima Pagina • 638 Views • Commenti disabilitati su Tutto il mondo ride a crepapelle dei nostri „problemi“

Un po’ di umorismo

La moglie dà al marito una banconota da 10 franchi, dicendogli: “Il mese scorso non ho utilizzato interamente l’importo di 835 franchi che mi hai dato per le spese di casa“.

Il marito è contento e dice: „Bene, così abbiamo un po’ più soldi per il pagamento della prossima rata della lavatrice oppure possiamo risparmiare un po’“.

La moglie: „Non è così semplice. Devi ammettere che, stabilendo a 835 franchi l’ammontare a disposizione per le spese di casa, ti sei sbagliato di ben 10 franchi. È un calcolo scandalosamente sbagliato, hai sottovalutato il piccolo aumento che ti ha concesso il tuo datore di lavoro. È pura malagestione, non può andare avanti così“.

Marito: „Vabbè, mi sono sbagliato un po’. Ma sii felice di avere qualcosa in più a disposizione, di solito ti devo dare ulteriore denaro per le spese di casa perché, con il rincaro dei prodotti alimentari, con la somma che ti dò non ce la fai“.

La figlia (sedicenne e nel pieno dell’età “so tutto io”) entra nella discussione: “No papà; la mamma ha perfettamente ragione. Solo così si spiega che le hai dato troppo denaro per le spese di casa. Lavora meno, guadagna meno, così le dai meno denaro per la casa e siamo tutti più contenti.“

Il figlio più grande (26 anni, lazzarone, a casa): „No, no, papà; continua a lavorare così, addirittura un po’ di più, così avremo più denaro. Ma non da risparmiare, e la rata della lavatrice può aspettare. Io, invece, voglio da tempo un’auto sportiva e fare il giro del mondo, ma per queste cose mi occorre denaro.“

Il figlio più giovane (12 anni, in piena contestazione adolescenziale): „Giusto, caro fratello; anch’io aspetto invano ormai da settimane il denaro per comperarmi la nuova versione del mio Smart-Phone.“

Il cane di casa ringhia perché, invece del costoso cibo per cani umido in scatola, spesso deve accontentarsi dei più convenienti alimenti secchi. E pensa: “Risparmiare  a mie spese? È fuori questione!“.

Osservazione finale: questo “dialogo in famiglia” non ha assolutamente niente a che vedere con le attuali critiche al ministro delle finanze Ueli Maurer per i conti della Confederazione che – meglio di quanto ci si attendesse – chiudono con un’eccedenza. Eventuali analogie sono naturalmente del tutto casuali.

 

 

Ronco

Comments are closed.

« »