Risoluzione di UDC Svizzera

Apr 15 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 103 Views • Commenti disabilitati su Risoluzione di UDC Svizzera

Per la neutralità integrale, permanente e armata

L’UDC si rammarica che il Consiglio federale abbia abbandonato la neutralità integrale. Chiede al Consiglio federale di ritornare al più presto alla neutralità permanente, armata e totale (integrale). Questo è uno strumento collaudato per garantire che la Svizzera non sia coinvolta in guerre e conflitti internazionali e permette alla Svizzera di offrire i suoi buoni uffici alla comunità internazionale anche in futuro.

Riconoscendo che la neutralità armata permanente del nostro paese

– è stato uno dei pilastri della Confederazione fin dal Congresso di Vienna del 1815;

– ha assicurato la pace all’interno e all’esterno per oltre 200 anni;

– ha salvato la Svizzera dal fatale coinvolgimento nelle due guerre mondiali;

– garantisce sicurezza e stabilità al nostro piccolo Stato;

– è sancita dalla Costituzione federale;

i delegati di UDC Svizzera chiedono al Consiglio federale,

–  di offrire i buoni uffici alla Russia e all’Ucraina per contribuire alla pace;

 – di proporre la Svizzera quale sede di negoziati;

– di sfruttare tutte le possibilità diplomatiche;

mantenere rigorosamente la neutralità armata e permanente in conformità al preambolo, all’articolo 2, all’articolo 54, agli articoli 57-60, all’articolo 173 e all’articolo 185 della Costituzione federale;

– di ripristinare completamente la capacità di difesa della Svizzera in modo che la neutralità armata sia assicurata e il paese e la sua gente possano essere protetti dagli attacchi nemici;

di non perseguire l’adesione alla NATO o alla politica di sicurezza e difesa comune dell’UE (PESCO).

Coira, 9 aprile 2022

Comments are closed.

« »