Fusionite: non tutti sono d’accordo!

Feb 9 • Dai Comuni, Dal Cantone, Prima Pagina • 42 Views • Commenti disabilitati su Fusionite: non tutti sono d’accordo!

Nel mese di novembre dell’anno scorso il piccolo comune di Lavertezzo, attraverso i suoi amministratori, ha annunciato la sua disponibilità a fondersi con la città di Locarno. I due comuni confinano solo nella zona di Riazzino. Lo scorso 27 ottobre i due sindaci: Tamara Bettazza e Alain Scherrer hanno consegnato l’istanza di aggregazione direttamente nelle mani di Norman Gobbi, responsabile del Dipartimento delle istituzioni. La richiesta è poi stata approvata dal Consiglio di Stato. L’unione non è contemplata dal Piano cantonale delle aggregazioni del 2018. Il piano medesimo colloca Lavertezzo con Cugnasco-Gerra, Gordola e il quartiere locarnese di Gerre di Sotto nello scenario denominato «Piano». Mentre Locarno fa parte dello scenario «Locarnese».

L’iter è stato oggetto di diverse polemiche, chi difende il medesimo e chi lo critica.

Nemmeno i comuni di Gordola e Cugnasco-Gerra, orientati verso una fusione dei comuni della sponda destra del piano, sono d’accordo con tale fusione.

Nel comune di Lavertezzo vi sono pure diversi cittadini che nelle scorse settimane, per una petizione contro la prospettata aggregazione, hanno raccolto ben 304 firme su 1308 abitanti.

A quanto si legge, l’iniziativa di aggregazione non è stata presentata in modo chiaro alla popolazione ed è stata fatta in modo frettoloso e all’oscuro di tutti. Così si esprime uno degli iniziativisti della raccolta firme, l’ex municipale Giorgio Bacciarini. Egli dice pure che non vi è stato nessun tipo di comunicazione, né un coinvolgimento della popolazione attraverso un sondaggio.

Per il municipio autore della proposta di aggregazione a Locarno, vi è stato un importante lavoro di approfondimento, con due serate per i municipali e i consiglieri comunali, da cui era emerso che la maggioranza ritenesse più opportuno andare con Locarno che con Gordola e Cugnasco-Gerra.

Come andrà a finire, per ora, non lo sappiamo. Il Municipio dovrà, dopo aver esaminato la petizione, dare un’adeguata risposta ai cittadini.

Il 14 aprile ci sarà il rinnovo delle cariche comunali e a Lavertezzo sono state presentate per il municipio, due liste: «Per il Paese» con tre candidati e «Per Lavertezzo» con cinque candidati. Mentre per il legislativo: dodici candidati per la lista «Per il Paese» e venti nominativi per la lista «Per Lavertezzo».

Sicuramente prima delle votazioni comunali non succederà niente.

FRG

Comments are closed.

« »