Dai comuni

Feb 23 • Dai Comuni, Dall'UDC, Prima Pagina • 63 Views • Commenti disabilitati su Dai comuni

Cadenazzo

La Sezione UDC di Cadenazzo ha il piacere di presentare la sua squadra alle prossime elezioni Comunali

LISTA 1

Per il Municipio:

Natascia Caccia –uscente (Manager di eventi)

Fabio Ruggeri (Agente di Polizia)

Gian Battista (Tita) Pologna (Guardia di confine – Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini UDSC)

Per il Consiglio Comunale:

Sali Imeri – uscente (Capo Team Showroom)

Fabio Ruggeri – uscente (Agente di Polizia)

Emma Salmina (Apprendista OSS)

Gian Battista (Tita) Pologna – (Guardia di confine – Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini UDSC)

Michele Salmina – (Agente di Polizia)

Mario Guggia – (Impiegato in logistica – Distribuzione lettere/pacchi)

Fabrizio Salmina – (Perito Aziendale)

Agostino Fioritto – (Guardia di confine – Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini UDSC)

Franco Mühlenthaler – (Commerciante)

Siro Schürmann – (Giardiniere)

Con rinnovato entusiasmo e dedizione ci mettiamo a disposizione della popolazione e siamo pronti a continuare a collaborare con altre forze politiche nell’unico interesse dei cittadini e del nostro amato territorio.

Siamo consapevoli delle sfide che ci attendono ma siamo certi che attraverso l’ascolto si possono trovare, insieme, delle concrete soluzioni.

Una squadra compatta che vanta profili dotati dello spirito di servizio necessario a un’opportuna cooperazione istituzionale nei rapporti tra i vari comuni e a livello del nostro cantone.

Avrete modo di conoscere i nostri candidati al nostro prossimo evento fissato per domenica 10 marzo 2024 a partire dalle ore 11:00 presso il Municipio di Cadenazzo, Sala Consiglio comunale, Via Carà 2. Sarà un momento conviviale che ci permetterà di scambiare quattro chiacchiere tra la gente. Iscrizioni entro il prossimo 7 marzo al seguente numero 079 /254 87 01 (Fabrizio).

Losone

Con una squadra rinnovata, ma con lo stesso entusiasmo di sempre, anche la Lista UDC/ SVP/ Giovani 2024 si ripresenta alle prossime elezioni comunali di Losone.

L’obiettivo minimo è quello di riconfermare i due seggi nel Municipio con i due uscenti Daniele Pinoja e Alfredo Soldati. Inoltre, il partito auspica di poter ottenere un buon risultato anche in Consiglio Comunale con la riconferma dei sette seggi conquistati nella tornata elettorale del 2021 e la speranza di poter aggiungere alla compagine qualche volto giovane alla ricerca della prima esperienza in un Legislativo per il tramite di un giusto ricambio generazionale, già pianificato nei prossimi otto anni. Il gruppo è stato molto unito e ha lavorato molto bene a favore del proprio comune, senza roboanti proclami che vengono lasciati ad appannaggio di altre formazioni politiche comunali, e questo per non correre il rischio di dedicare più attenzione alla forma che alla sostanza. La linea politica del partito a livello cantonale e federale è chiara, così come l’orientamento della compagine comunale nel rispetto della forza finanziaria del comune e nella convinzione che nel comune di Losone si viva bene, attorniati da un sano polmone verde e da servizi funzionali alle aspettative e alle esigenze dei Cittadini.

Uno dei maggiori crucci con i quali siamo confrontati, e anche una delle più grandi delusioni vissute in questi ultimi anni è, e rimane, l’abortita pianificazione dell’intero comparto della caserma per la mano miope di chi ha cercato esclusivamente di far trionfare i sentimenti di rivalsa personali, bloccando de facto tutti i progetti che il Municipio aveva pronti per il suo sviluppo e che oggi, ironia della sorte, ambisce ad entrare nella stanza dei bottoni del Municipio forse per assistere, da quella posizione, alla caduta in rovina degli stabili che occupano il sedime della ex caserma San Giorgio.

L’UDC continuerà a privilegiare la politica costruttiva del fare e del collaborare piuttosto che quella meschina del distruggere e dell’insinuare il sospetto che la politica sia una cosa sporca, con il solo risultato di tenere lontani gli elettori dall’espressione legittima delle loro opinioni, ma senza benefici per il nostro comune.   

Maggia

Negli ultimi giorni le liste per le prossime elezioni comunali sono diventate definitive. All’UDC è stato assegnato il numero quattro per il Municipio e il numero sei per il Consiglio comunale. L’UDC di Maggia vuole continuare ad assumere responsabilità in seno al Consiglio comunale. L’obiettivo dichiarato è quello di confermare e consolidare la propria presenza nel Consiglio comunale. L’UDC ha deciso di giocare il suo poker d’assi, composto dal presidente del Consiglio comunale in carica Simone Franceschini, dal presidente della sezione Ermes Agostini, affiancati dal consigliere comunale Aram Berta e da Nadja Lotti. La lista è completata dal rappresentante della Lega dei Ticinesi, Joel Quattrini.

Per il Consiglio comunale, invece, il partito si presenta con dodici candidati: ad affiancare i quattro candidati già in lista per il Municipio e gli uscenti Stipo Rastegorac e Lodovico Tomasini, saranno Alea Agostini, Sandro Bizzozzero, Massimo Giugni, Alessandro Berta, Boris Schuster e Christian Agostini. «Questi candidati», conclude l’UDC di Maggia, «rappresentano l’intero territorio, forti del lavoro costruttivo svolto nella scorsa legislatura, con l’obiettivo di confermare il gruppo in Consiglio comunale per dare un valido contributo allo sviluppo del comune, per dimostrare presenza e interesse per la cosa pubblica e per ascoltare i cittadini ed essere portavoce della loro parola».

Mendrisio

Quando la toppa è peggio del buco…

Quando si dice che al peggio non vi è fine, parrebbe quasi di dire una banalità. Purtroppo, con cadenze regolari e senza soluzione di continuità, i nostri aspiranti pensatori/statisti ci confrontano con scelte che definire grottesche è ancora niente.

L’ultima amenità propinataci è quella della «cancel culture» della fondazione per le processioni storiche. E allora ci si potrebbe chiedere come mai, dopo duemila anni, il ruolo principale sia ancora da attribuire a una persona di sesso maschile? Non sarebbe il caso di dare questo ruolo a una persona di sesso femminile o, perché no, a qualcun* che non si riconosce in nessuno dei due sessi?  Ci si chiede, perché non si voglia andare fino in fondo e togliere dalla sfilata anche la Maddalena rinomata peccatrice?  In questi tempi di guerra è corretto far sfilare gli Ebrei? Forse sarebbe più corretto non prendere parte a conflitti in essere. Fuori anche i soldati romani, feroci colonizzatori della Palestina.

Vogliamo parlare dello sfruttamento del lavoro minorile degli innocenti che debbono reggere un siffatto mantello di Re Erode? (anche qui, noi votati alla democrazia, che dire del lustro dato alla monarchia…?) E che dire poi del rischio ludopatia vedendo quei miliziani giocare a dadi…? 

Semplici riflessioni, anche un po’ piccate e provocatorie, semplicemente per dimostrare l’assurda deriva alla quale, il mainstream sinistrorso benpensante liberal-gauche caviar, ci sta conducendo passo dopo passo in modo subdolo.  Meditate gente, meditate e ricordatevene il 14 aprile!

Per la lista N° 4 UDC-UDF i candidati municipali:  Bianchi Orio, Danielli Francesco, Pasta Tiziano, Pellegrini Roberto, Pogliani Gabriella, Soldini Emma

Comments are closed.

« »