I «buchi neri» più pericolosi li abbiamo davanti alla porta di casa!

Mag 27 • L'opinione, Prima Pagina • 239 Views • Commenti disabilitati su I «buchi neri» più pericolosi li abbiamo davanti alla porta di casa!

Patanegra

Porcherie

I cosiddetti «buchi neri» che si aggirano nelle varie galassie sono noti da anni. Nel 2019, uno di questi ha potuto essere mappato astrofisicamente per la prima volta. Si trova nella galassia Messier 87 e dista da noi 55 milioni di anni luce. Ma ora c’è stata una svolta: recentemente i nostri super scienziati, in un più elaborato e super costoso lavoro di ricerca, hanno scoperto un altro di questi buchi neri e lo hanno chiamato Sagittario A*; si trova al centro della nostra Via Lattea, quindi forse a qualche milione di ANNI-luce in meno dalla Terra rispetto al precedente. (Per i digiuni di astrofisica, ricordiamo che un piccolo SECONDO di luce significa una distanza di 300.000 chilometri).

Mi sono allora chiesto se noi cittadini della terra non ci troviamo di fronte a «buchi neri» completamente diversi, molto più vicini e pericolosi, e se questi fondi per la ricerca galattica vengano davvero investiti in modo utile.

I buchi neri inghiottono praticamente tutto ciò che li circonda

Cosa sono in realtà i buchi neri? Nessuno lo sa veramente. Si ipotizza solo che si formino da qualche parte nello spazio quando molta materia si accumula in uno spazio molto piccolo. Questi «oggetti» esercitano un’attrazione gravitazionale così forte che praticamente inghiottono tutto ciò che si trova nelle loro vicinanze, persino la luce. Ma non sembrano essere particolarmente mobili e quindi, a milioni di anni luce di distanza dal luogo in cui si trovano, non sembrano particolarmente voraci, a prescindere dalle intenzioni malvagie che possiamo attribuire loro. In ogni caso, il rischio che inghiottano la nostra Via Lattea o anche solo la nostra terra è piuttosto basso. Ancora più piccole, addirittura illusorie, sono le nostre reali possibilità di scongiurare tali «pericoli». Le nostre possibilità di impedire alla Russia di Putin di tentare di inghiottire l’Ucraina o altre parti dell’ex impero zarista o sovietico sono di gran lunga superiori. E allora?

Molto più pericolosi dei buchi neri nelle lontane galassie, sono quelli nelle nostre immediate vicinanze

Mi riferisco a quei buchi neri che hanno caratteristiche simili a quelli extraterrestri. Sono istituzioni a volte difficili da capire, difficilmente calcolabili, molto umane, ma che inghiottono senza ritegno tutto ciò che si trova nelle loro vicinanze. E non sono lontani anni luce da noi, ma solo misere frazioni di secondi luce.

Per esempio, l’UFFICIO ESAZIONE – che ogni anno si mangia e inghiotte quasi la metà del mio reddito e parte del mio patrimonio, senza che si sappia esattamente dove il denaro sparisce – si trova a soli 3 chilometri da me, quindi non a chissà quanti anni luce di distanza, ma a soli 0,00001 secondi luce. È sono messo ancora peggio con la vicinanza della filiale più vicina della mia CASSA MALATI. O con  il dentista. O con i negozi di generi alimentari nei quali, a causa dell’inflazione, devo versare ogni giorno sempre più denaro in un buco nero, di cui non so chi alla fine beneficia.

Ma torniamo alla ricerca galattica

La ricerca super costosa sui buchi neri galattici a milioni di anni luce di distanza sta presumibilmente divorando centinaia di milioni di franchi. E allora mi chiedo: qual è lo scopo? E mi domando anche se questi soldi per le poche decine di astrofisici super costosi,  egocentrici, desiderosi di scovare scoperte astronomiche, e per le loro quasi inestimabili attrezzature, non sarebbero investiti molto meglio altrove. E, per una volta, non sto deliberatamente sostenendo l’uso di questi fondi per agevolazioni fiscali o per la ristrutturazione delle assicurazioni sanitarie. Ma questi fondi per la ricerca sarebbero probabilmente meglio investiti se venissero utilizzati – per esempio – per la ricerca medica nello sviluppo di antibiotici e altri farmaci volti a combattere meglio i germi sempre più resistenti di molte malattie infettive di qualsiasi tipo, e che sono in costante aumento.

Ma, naturalmente, ciò non sarebbe galattico, solo planetario.

 

Comments are closed.

« »