La Società ticinese d’artiglieria a Darfo Boario Terme

Mag 27 • Dal Cantone, Dalla Svizzera, Prima Pagina, Sport e Cultura • 2003 Views • Commenti disabilitati su La Società ticinese d’artiglieria a Darfo Boario Terme

Il Capitano Michele Fornara ha preso parte al XXIX Raduno Nazionale degli Artiglieri d’Italia, in qualità di rappresentante della Società Ticinese di Artiglieria. Si è trattato di una prima assoluta nei rapporti fra le due omologhe associazioni d’arma, che si auspica possa aprire la strada a un futuro gemellaggio. Il Capitano Fornara ha partecipato alla varie cerimonie di omaggio ai Caduti (una delle quali tenutasi al Sacrario del Tonale), e alla cerimonia militare che domenica 8 maggio ha concluso il Raduno, sfilando con il suo labaro per le vie della città di Darfo Boario Terme (in Valcamonica, Lombardia). La Società Ticinese di Artiglieria non è stata tuttavia l’unica rappresentanza estera a sfilare, essendo stata affiancata da quella francese, austriaca, spagnola e sanmarinese.

Questo XXIX Raduno Nazionale ha voluto celebrare il centenario della Guerra Bianca in Adamello, che vide l’Esercito Italiano e quello austro-ungarico fronteggiarsi in condizioni logistiche durissime; ricordare oggi quei Caduti, di entrambi gli eserciti, assieme ad associazioni d’arma di vari Paesi europei, è stata una scelta dettata dalla volontà di riaffermare quella fratellanza che unisce l’Europa, in un’epoca segnata dalla pace e dalla libertà. Due conquiste ottenute anche con il sacrificio di tanti giovani che si batterono per la Patria.

Intervenendo nel corso di una breve riunione fra i rappresentanti delle delegazioni estere e il Generale Rocco Viglietta (Presidente Nazionale degli Artiglieri d’Italia), il Capitano Fornara ha ricordato come gli anni della Grande Guerra furono duri anche per la Svizzera, che visse periodi di quasi carestia a causa della chiusura delle frontiere e il blocco dei commerci.

Perché quelle sofferenze non siano state vane, continua ancora oggi l’impegno degli Artiglieri d’Italia, come dei commilitoni europei, nel difendere la Patria e i valori che la caratterizzano, valori ribaditi anche dal Generale Rocco Viglietta, che nella sua allocuzione di domenica mattina, ha ringraziati gli Artiglieri arrivati da ogni parte d’Italia e dall’estero, e che hanno contribuito al successo del Raduno.

Comments are closed.

« »