ASF, l’ennesima figuraccia

Dic 15 • Lettori • 2106 Views • Commenti disabilitati su ASF, l’ennesima figuraccia

La sconfitta per 2-1 della nazionale svizzera di calcio è stata l’ennesima misera figura della nostra rappresentativa calcistica e dell’Associazione svizzera di calcio.
Lasciamo stare il risultato scaturito al termine di una partita giocata male, ma non è solo quello che non mi è piaciuto.
In effetti, c’è dell’altro. Mi può anche star bene di intraprendere la trasferta asiatica per confrontarsi con una delle migliori squadre del continente asiatico, che potrebbe anche essere una nostra avversaria ai prossimi mondiali. Ma vorrei sapere perché, intraprendere una trasferta così lunga, per poi giocare sola- mente una partita quando, la settimana successiva, avendo ancora l’opportunità di giocare un’altra ami- chevole, come buona parte delle nazionali di tutto il mondo, comprese quelle che dovevano ancora gioca- re gli spareggi mondiali, non si è colta l’opportunità per organizzarne un’altra. E la possibilità c’era, dal momento che, in un primo tempo, dopo la partita di Seoul, si era parlato di organizzare una seconda amichevole a Dubai  contro la Russia. Ma a quel punto, in nostro CT Othmar Hitzfeld ha posto il veto, dicendo che “i giocatori erano troppo stanchi per giocare 2 amichevoli in pochi giorni”. A parte il fatto che tante squadre di tutto il mondo con giocatori anche più quotati hanno giocato le loro 2 brave amichevoli senza nessun segno di stanchezza, non si poteva far fare lo stesso anche ai nostri nazionali? I quali, nella presunta amichevole di Dubai sono stati sostituiti proprio dalla nazionale sudcoreana, la quale (dovendo affrontare anche lei i mondiali 2014) non si è tirata indietro! Noi invece dobbiamo fare sempre i primi della classe caro Hitzfeld? Allora cosa dovevano dire quelle nazionali che, dovendosi giocare lo spareggio mondiale e quindi con tutto un altro stato d’animo hanno dovuto giocare 2 Partite volando anche dall’altra parte dell’Oceano? Come ad esempio il Messico che è dovuto andare fino in Nuova Zelanda per la gara di ritorno che gli è valsa la qualificazione? E noi per un secondo match preparatorio per Brasile 2014 che sarebbe servito come il pane, “siamo troppo stanchi”? Ma saranno stati stanchi i nostri giocatori o il fin troppo strapagato allenatore, sempre con il beneplacito della nostra Federazione, dello sponsor Credit Suisse e con il Blick sempre ad appoggiarlo?? E non è la prima volta che succede che, in presenza di date della FIFA per organizzare amichevoli, il nostro CT o non li fa giocare per lo stesso motivo o si giocano amichevoli con avversari di poco conto!
E per questo che il caro Hitzfeld verrebbe strapagato per (non) fare il suo lavoro?
Eh già, mi dimenticavo che il mister tedesco è stato capace di qualificare (per la seconda volta dopo Sudafrica 2010) la nostra nazionale ai mondiali solamente per aver avuto la fortuna di essere inserita in un girone facile, fin troppo facile! Quindi massimo risultato con il minimissimo sforzo!
E tutto ciò a pochi giorni dopo l’altra figuraccia fatta, stavolta dall’Associazione svizzera di calcio riguardo la scelta del nuovo allenatore. Prima avevano addirittura proposto il rinnovo del contratto all’attuale CT (sic!). E in seguito alla rinuncia di quest’ultimo, i dirigenti Stadelmann e Gillieron hanno poi incassato i NO, prima da Lucien Favre e dopo da Marcel Koller, quando essi vendevano già la pelle senza aver ucciso l’orso convinti di aver già trovato il nuovo CT. Con una Federazione e un commissario tecnico così, non c’è limite al peggio e fra poche settimane o giorni si sceglierà la nuova guida per la nostra nazionale. Affaire a suivre…

Andrea Fedele, Locarno

Comments are closed.

« »