Votazioni del 7 marzo: i delegati UDC votano tre volte SÌ

Feb 5 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 100 Views • Commenti disabilitati su Votazioni del 7 marzo: i delegati UDC votano tre volte SÌ

Assemblea dei delegati di UDC Svizzera del 30 gennaio 2021

Riuniti in assemblea digitale, i delegati di UDC Svizzera hanno deciso le parole d’ordine del partito in vista delle votazioni federale del prossimo 7 marzo. Essi hanno sostenuto chiaramente i tre oggetti sottoposti al popolo:

– Iniziativa popolare “SÌ al divieto di dissimulare il volto”: questa iniziativa, lanciata dal Comitato di Egerkingen, chiede il divieto della dissimulazione del volto negli spazi pubblici. Essa colpisce, da una parte, la dissimulazione del viso quale simbolo dell’islam politico e di oppressione della donna e, dall’altra, quale mezzo per non farsi riconoscere da parte dei teppisti che, durante le manifestazioni politiche o sportive, aggrediscono altre persone e commettono atti di vandalismo. I delegati di UDC  Svizzera hanno chiaramente votato a favore dell’iniziativa con 162 voti contro 2.

– Decreto federale sull’accordo di partenariato economico di vasta portata fra gli Stati dell’AELS e l’Indonesia: questo accordo è utile ed equilibrato. Esso offre alle piccole e alle grandi aziende d’esportazione svizzere un vantaggio prezioso sui loro concorrenti dell’UE, poiché quest’ultima non dispone attualmente di un accordo di libero scambio con l’Indonesia. In questi tempi economici difficili, questo trattato è importante per l’economia e per l’impiego svizzeri. Esso è inoltre compatibile con gli interessi dell’agricoltura svizzera e non minaccia alcun settore nazionale sensibile. Oltre a ciò, costituisce un’opera pionieristica, dando ampio spazio alla sostenibilità: solo dell’olio di palma prodotto in maniera sostenibile e tracciabile beneficia di una riduzione dei dazi doganali svizzeri sull’importazione. I delegati di UDC Svizzera hanno approvato l’accordo con 151 voti contro 13 e 3 astensioni.

– Legge sui servizi d’identificazione elettronica (LSIE): l’identificazione digitale (e-ID) aumenta la semplicità e la sicurezza per gli utenti della rete. Il progetto di legge costituisce una soluzione svizzera indipendente che porta a regole chiare, a un rafforzamento della protezione dei dati e a un migliore controllo dei dati personali. Dopo un dibattito in contraddittorio, i delegati hanno approvato l’e-ID con 97 voti contro 54 e 7 astensioni.

A causa della pandemia, ancora una volta l’assemblea s’è svolta in forma digitale. Il lieve-stream è stato trasmesso dal Centro manifestazioni e congressi “Rössli” di Oensingen (SO). In totale, circa 4’000 delegati e persone interessate hanno seguito l’assemblea sullo schermo.

Comments are closed.

« »