Sono miopie o salame sugli occhi?

Ott 4 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, L'opinione, Prima Pagina • 181 Views • Commenti disabilitati su Sono miopie o salame sugli occhi?

Consulente commerciale, candidato UDC al Consiglio nazionale

Abbiamo a che fare con delle incertezze. Infatti, ci dicono che nel 2035 saremo ca. 10 milioni in Svizzera, e che di questi solo poco più di 5 milioni saranno attivi, e quindi provvederanno al pagamento di contributi AVS. Mentre passeranno a ritirare una rendita ca. 2,6 milioni di pensionati. Questi riceveranno ca. 68 miliardi l’anno, mentre l’AVS incasserà ca. 53 miliardi dai lavoratori. Ora, poniamo che non ci sia una vera crescita demografica, che la natalità sia ferma, e nemmeno i “nuovi” che arriveranno dall’estero siano quelli calcolati, ma meno! E che tra quelli che arriveranno ci siano dei “parassiti-pronti-per-la-disoccupazione” e che quindi verseranno premi all’AVS su un salario fittizio, calcolato all’80% dalla Cassa Disoccupazione. A questo punto, invece di 53 miliardi, le quote pagate ammonteranno solo – diciamo per semplificare – a 48 miliardi, mancheranno dunque 20 miliardi di franchi. Chi li metterà? Risposta: la Confederazione; con maggiori prelievi su IVA, imposte, tasse, riducendo di fatto il potere d’acquisto del ceto medio.

Con la sua idea di aumentare l’IVA dello 0.7% per poter rimpolpare i conti dell’AVS, il Consiglio federale non fa altro che preparare il popolo svizzero a un IVA “omogeneizzata” a quella dei paesi a noi limitrofi. E ciò non farebbe altro che spingere il consumatore a spendere meno, e a effettuare sempre più fuori confine i suoi acquisti; i grandi gruppi commerciali svizzeri, per poter sopravvivere, dovrebbero risparmiare sui costi del personale e sui costi fissi, creando tutto un concatenarsi di eventi negativi sulle attività interne. Aumenterebbero così la disoccupazione, gli Svizzeri costretti a emigrare o ad accettare qualsiasi contratto. Questo non è progresso, bensì totale REGRESSO! Per buona pace del nostro Prodotto Interno Lordo!

La Svizzera versa a innaffiatoio oltre 3 miliardi l’anno all’estero. Questi soldi, pagati dal popolo svizzero, sarebbero meglio impiegati se investiti in Svizzera a vantaggio della nostra economia, della nostra previdenza-vecchiaia  e della sicurezza interna.

Conservati la libertà, il prossimo 20 ottobre vota UDC, i liberalconservatori!

Comments are closed.

« »