Non siamo negazionisti. Sappiamo che i virus esistono e la polmonite virale ci terrorizza.

Nov 13 • L'opinione, Prima Pagina • 392 Views • Commenti disabilitati su Non siamo negazionisti. Sappiamo che i virus esistono e la polmonite virale ci terrorizza.

Anna Lauwaert

Ci interroghiamo sulle incoerenze denunciate da specialisti indiscussi*). In primavera, il lockdown era razionale. È seguita la calata di vacanzieri, per es. a migliaia nei campeggi, senza “picco”. Ora sono via e torna il picco? Però: “c’è sempre un picco in autunno” e “non è lo stesso virus” e “in Francia, il sovraffollamento in ospedale viene anche dal fatto che negli ultimi 15 anni, secondo le direttive UE, si sono chiusi 69’000 letto (allorché aumenta la popolazione), perché l’ospedale va gestito come un’impresa e deve rendere, quindi mancano letti, medici, personale curante e di manutenzione”**) e “coi numerus clausus manca personale”. Prima si contavano malati e morti. Oggi si contano i positivi al “test”. La sua validità è contestata e “quel Qtip può ferire”. Quale positività? “O si è positivo con sintomi = si è malato. O si è positivo senza sintomi = si ha incontrato il virus che è stato sconfitto dal sistema immunitario = si è sano” e “Non si parla mai del sistema immunitario”. La mascherina è contestata: “se i professionisti sono coperti da tute integrali, cosa può fare una mascherina?” e “con la mascherina si inala l’aria viziata appena espirata” e “la mancanza di ossigeno è pericolosa”. È polemica su conflitti d’interesse e corruzione tra medici, politici e industria farmaceutica. Viene vietato ai medici di curare e sono obbligati a sottostare ai politici. Denunce sono fatte contro politici e governi per “crimine contro l’umanità” ***) La tivù VRT belga: “il numero dei morti per covid nei ricoveri non era abbastanza elevato per l’OMS, sono stati aggiunti tutti gli altri morti”.  Morti “a causa” o “con” il virus? “le statistiche non sono affidabili”. Abbiamo accolto migliaia di turisti, però ci vengono vietati matrimoni, battesimi, partite e forse anche Natale in famiglia? Prima si voleva l’immunità di gregge, oggi la positività allarma? Il virus ha più di 300 mutazioni, quale variante viene testata? Quale vaccino è possibile e contro quale variante che continua a mutare? Per i vaccini normali ci vogliono anni di lavoro ma per questo un paio di mesi bastano? Nessuno vuole la vaccinazione obbligatoria. Serve uno statuto di obiettore di coscienza. I media attizzano la covid-isteria senza dare spazio ai dissidenti?

Fine 2019 specialisti annunciano il crollo economico “peggiore della seconda guerra mondiale”. Inizio 2020, il virus prende le colpe dei lockdown. Il WEF annuncia il Grande Reset, cioè la grande rimessa a zero. Di tutto? Con il bail in (le banche confiscano gli avere dei clienti) come a Cipro? Nessuna domanda di risarcimento viene fatta alla Cina per il suo virus? Non si deve nemmeno dire “virus cinese”.

Nessuno dubita dell’esistenza del virus, né delle misure igieniche, né della necessità di prudenza, ma aumenta il dissenso sulla mascherina, sul tracciamento che penalizza gli esercenti e viola la privacy, sui lockdown che distruggono insegnamento, economia, vita sociale. La speranza risiede nel rifiuto delle imprese di lasciarsi schiacciare dai mondialisti.

Però la somma di virus + migrazione + islam + clima + ecc, costituisce, come dice A. Stuckelberger, “un terreno fertile alla rivolta dei popoli se non a una seconda rivoluzione francese”. “La FedPol sorveglia i dissidenti”. Il riassunto dell’On. Barillari è chiaro ****)

Il 5 ottobre Crèvecoeur *****) annunciava che era stato informato del prossimo lockdown per il 28 ottobre, pure in Ticino… che coincidenza! JJC dice anche: “ad alti ufficiali è stato chiesto di essere preparati per ogni evenienza, durante il mese di novembre, ivi compreso la guerra civile partendo dalle banlieues dove sono nascoste molte armi”.

In Francia si ripete: “Siamo in guerra”. Sì, ma contro chi? I rimasugli del virus cinese oppure il totalitarismo di clima-terroristi, immigrazionisti, mondialisti, covid-isteristi, unioneuropeisti,  ecc… ?

I whistleblower ci dicono che siamo in guerra contro il Nuovo Ordine Mondiale ******).

 

*) Scienzati: Montagnier, Perronne, Toussaint, Raoult, Alexandra Henrion Caude, i Delépine, Astrid Stuckelberger, J. D. Michel, Martine Wonner, Gilles Besnainou, Stella Immanuel, Fouché, ecc.

Whistleblower: Jean Jacques Crevecoeur, Emma Krusi, Silvano Trotta, Tatiana Ventose, Chloé Frammery, ecc.

Basta digitare i loro nomi su Google per trovare i video.

**) Fouché https://covidinfos.org/2020/10/28/ema-krusi-dr-louis-fouche-les-coulisses-de-la-rea-a-marseille/

*** https://lilianeheldkhawam.com/2020/10/05/un-avocat-allemand-denonce-la-crise-du-coronavirus-et-parle-de-crime-contre-lhumanite-video/

****https://www.oltre.tv/barillari-attacca-governo-discorsi-migliori-epidemia/

***** https://fulllifechannel.com/v/219?channelName=JeanJacquesCrevecoeur

****** Pierre Hillard: https://www.youtube.com/watch?v=a4qOjtd7WPM

Comments are closed.

« »