Lugano diventi un punto di riferimento del turismo svizzero

Lug 12 • L'opinione, Lettori, Prima Pagina • 1109 Views • Commenti disabilitati su Lugano diventi un punto di riferimento del turismo svizzero

Serve investimento sui grandi eventi, sull’internazionalizzazione, su una politica unita e precisa per il turismo ticinese.

«Ben venga che la squadra di calcio dell’Inter abbia scelto Lugano come luogo di ritiro: è un evento che va nella giusta direzione. Lugano ha bisogno di far parlare di sé, di attirare l’attenzione internazionale con grandi eventi e creare nuove opportunità di investimento sul territorio.

Il Ticino, lo dico da sempre, è un cantone dalle potenzialità enormi e Lugano è una delle città più belle del mondo. I ritiri delle grandi squadre di calcio, le mostre d’arte all’aria aperta, come quella offerta dalla lungimirante Fondazione Braglia, o i grandi convegni professionali, come Medacta, sono tutti eventi che attirano l’attenzione e fanno scoprire la bellezza e le potenzialità del nostro territorio a un pubblico sempre più vasto. Tuttavia, si può e si deve fare ancora di più.

Il turismo in Svizzera sta attualmente vivendo una fase d’oro. Il Ticino ha bisogno di coraggio imprenditoriale e di un progetto industriale chiaro e condiviso, per non rimanerne escluso.

Dobbiamo puntare a fare tutti gioco di squadra e migliorare nel suo complesso l’offerta turistica ticinese. Favorire l’ammodernamento e lo sviluppo delle strutture turistiche esistenti con politiche fiscali premianti, incentivare gli investimenti sul territorio, la creazione di nuovi posti di lavoro per residenti e un costante ampliamento e diversificazione dell’attuale offerta turistica.

Musica, arte, salute, convegni professionali, natura, gastronomia, sport. Non c’è campo in cui il Ticino non abbia qualcosa da dire o da mostrare. È necessario creare un grande coordinamento per il turismo, che metta a frutto tutte queste risorse e competenze.

Basti pensare alla quantità di persone arrivate a Lugano nel 2016 per la prima edizione degli Xcat. Purtroppo, non si è proseguito su quella strada, ma i risultati erano stati eccezionali. Chi scrive è convinto che anche i risultati di una gara di Formula E a Lugano sarebbero andati oltre le più rosee previsioni: basti vedere il flusso di gente arrivato a Berna per la recente gara.

Come sempre, Lugano ci dà prova e riprova di quanto siano grandi le sue potenzialità e, nel momento in cui facciamo un’opportuna e azzeccata azione di marketing, di quanto forte e immediata sia la risposta. Investiamo su Lugano, investiamo su un grande coordinamento del turismo, investiamo su una grande politica del turismo, per valorizzare il magnifico patrimonio naturale che Dio ci ha dato, per creare nuovi posti di lavoro e per fare di Lugano un punto di riferimento non solo finanziario, ma anche e soprattutto turistico. Un polo di attrazione per tutte quelle persone che vogliono usufruire di un turismo verde, di qualità e che vogliono godere delle innumerevoli bellezze della Svizzera italiana.»

Leonardo Piero Gaetano Bussi, UDC Lugano

Comments are closed.

« »