L’UE usa il Coronavirus come elemento di pressione sulla Svizzera?

Feb 7 • Dal Cantone, Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 80 Views • Commenti disabilitati su L’UE usa il Coronavirus come elemento di pressione sulla Svizzera?

Gli aeroporti di tutto il continente hanno introdotto dei test ai passeggeri per scongiurare l’importazione del Coronavirus in Europa. Recentemente, il Blick ha scritto che,  per poter attuare delle misure efficaci ai nostri aeroporti, la Svizzera avrebbe bisogno di accedere ai dati dei test e dei sistemi di preallarme effettuati dall’UE. Secondo la NZZ am Sonntag, l’UE ancora nega alla Svizzera l’accesso diretto a questi dati, visto che l’accordo quadro è bloccato. L’Ufficio federale della sanità afferma, nella stampa di oltre Gottardo, che sembra che l’Europa stia sì trattando in modo prioritario la richiesta svizzera di accedere ai dati ma che, finora, il nostro paese è ancora tagliato fuori. A questo punto ci si chiede se il blocco dell’informazione sia l’ennesimo ricatto dell’Europa alla Svizzera per obbligarci a firmare l’accordo quadro alle loro condizioni.

Invece, visto che il nuovo virus è pericoloso e che gli Stati dovrebbero fare di tutto per proteggere i loro cittadini, non sarebbe forse più importante, e nell’interesse dell’Europa stessa, proteggersi invece che giocare a chi è più forte? L’atteggiamento dell’UE nei nostri confronti ci lascia una volta di più perplessi.

Comments are closed.

« »