Lo sprint finale: tutti a votare LA DESTRA

Apr 17 • Prima Pagina • 1237 Views • Commenti disabilitati su Lo sprint finale: tutti a votare LA DESTRA

Oggi e domenica sono le ultime possibilità di esprimere il voto per chi non ha voluto usufruire del voto per corrispondenza. Gente che o non si fida – e non è detto che non abbia ragione – della novità, oppure che ama la tradizione, e quindi il voto portato personalmente al seggio con magari la possibilità di fare qualche incontro e scambiare quattro chiacchiere con vecchie conoscenze perse un po’ di vista negli ultimi anni. E se siete tradizionalisti, LA DESTRA è la vostra lista. LA DESTRA, le cui componenti – UDC, UDF e AL – più di qualunque altro partito hanno finora dimostrato il giusto attaccamento ai valori elvetici più tradizionali e radicati, quali la libertà, l’indipendenza, la democrazia diretta e quel federalismo che, per il canton Ticino, tentiamo di riconquistare almeno parzialmente da una Berna federale divenuta accentratrice e prepotente, aiutata in questo dalla complicità degli altri partiti sempre disposti a cedere senza minimamente combattere a qualsiasi pressione targata “diritto superiore” – sia esso di stampo federale o, ancora peggio, di matrice internazionale.

Avete provato decenni di maggioranza relativa PLR, siete reduci da quattro anni di maggioranza relativa Lega e non è cambiato niente. Il tavolo di sasso non è stato rovesciato, vi si sono solo aggiunte delle sedie di un altro colore!

LA DESTRA è l’avvenire possibile e auspicabile per questo cantone, e anche per la Svizzera, ma ha bisogno del vostro appoggio. Per arrivare a cambiare le cose deve crescere in misura sufficiente, ma lo può fare solo con la vostra fiducia. Non importa se l’obiettivo di entrare in Consiglio di Stato sarà raggiunto quest’anno o fra quattro o fra otto anni, l’importante è continuare a crederci e a crescere. L’abbiamo detto fin dall’inizio, LA DESTRA è un progetto a medio termine, anche se il consenso è necessario da subito. Non lasciatevi incantare dalle sirene, tremebonde perché a traballare è uno dei loro seggi – che occupano o che vorrebbero riprendersi – il voto per LA DESTRA è un voto utile. Il voto per Lega o PLRT è utile solo a chi si accontenta del “meno peggio” (e il pericolo di un secondo seggio ai socialisti non esiste, quindi non serve un voto di sbarramento a quello che sarebbe decisamente una catastrofe). In altre parole, che si continui con la maggioranza attuale o con quella di otto anni fa, le cose non cambieranno di una virgola.

Qualcuno ci dirà che non c’è alcuna certezza che con noi le cose andranno meglio. Vero, ma le altre alternative le avete già provate con un risultato che – alla luce dei fatti (disoccupazione, frontalierato, criminalità, ma anche fiscalità in aumento, rustici e quant’altro) – non si può che definire negativo. LA DESTRA è un’alternativa nuova, vale la pena di provarla, a nostro avviso può solo fare meglio.

Tutti a votare la Lista N° 10 – LA DESTRA (UDC-UDF-AL) dunque, non ve ne pentirete!

Comments are closed.

« »