L’Ignazio mi ha dato buca!

Feb 23 • L'opinione, Prima Pagina • 1263 Views • Commenti disabilitati su L’Ignazio mi ha dato buca!

Oh, povera Doris! Immaginatela con il fiato corto, trafelata in procinto di raggiungere il Lugano’s Airport, convinta di potersi imbarcare con l’Ignazio e pianificare le prossime strategie e incontri con il Jean-Claude che, a Bruxelles, si sta arrovellando quel poco di materia grigia rimastagli – evaporata in parte a causa delle frequenti alzate di gomito – sul come far fessi 5 CF su 7 e sbolognare loro l’accordo-quadro, quello, per intenderci, che ci renderà succubi e schiavi nei confronti di quell’incidente geopolitico chiamato UE!

La Doris ci teneva a decollare da Agno! Sai che noia doversi recare alla stazione e, come un comune mortale, salire su un treno! Ci sarebbe stata l’alternativa del pernottamento in Gambarogno, dove la Doris tiene casa, e magari fare qualche spesuccia in quel di Luino. Ma che barba doversi sorbire un paio d’ore e una ventina di minuti con i pendolari! La trasvolata delle alpi, le avrebbe permesso di predisporre le prossime mosse e soprattutto sarebbe servita a convincere l’Ignazio, a voler togliere quel dito sempre troppo pericolosamente vicino al tasto “reset”.

Insomma, la pazienza di Jean-Claude ha pur sempre un limite e, amicizia a parte, non bisogna approfittarne. Ora, oltre a Maurer, Parmelin e l’UDC, ci si mette pure il Cassis a tergiversare! Un conto è la ProTell, un altro l’UE, vuoi mettere! Ne va del nostro futuro, già in bilico per colpa dell’iniziativa “No Billag”, quella che – se dovesse passare il “SI” – ci lascerà con le classiche pezze sul lato B, riducendo questo già disastrato paese, in una landa desolata, trasformandoci tutti in trogloditi, in quanto senza SSR/SRG, la cultura e la coesione nazionale avrebbero vita breve.

Indubbiamente, l’incazzatura da parte della Doris c’è stata! Un’occasione, quella del viaggio in “jet-sharing”, per elencare all’Ignazio i vantaggi di una nostra accettazione dell’accordo-quadro, così tanto per cominciare. Poi, en souplesse, (tanto il popolo non capisce!), aderire a pieno titolo all’UE. A questo piacevole conversare fra le nuvole, ci tenevano in parecchi in quel di Berna: Levrat, la Sommaruga, l’Ada Marra e la Funiciello, oltre ovviamente, alla quinta colonna del PS e altri esponenti di altrettanti partiti che amano autodefinirsi “storici”! Forse nel senso che la nostra storia, la stanno scientemente rottamando?

Al Lugano’s Airport si mormora che la partenza anticipata dell’Ignazio, sia stata causata da un problema di sovraccarico: troppe voluminose, ingombranti figure geometriche di cartone. Quindi, se su quel volo fosse salita anche la Doris, ci sarebbero stati problemi in fase di decollo. Se poi si tiene conto che il traffico aereo a Lugano-Agno, di questi tempi è estremamente congestionato, bisogna attenersi strettamente alle direttive relative alla sicurezza!

Da Palazzo federale, per ora non trapela nulla. Bocche cucite a proposito della “data buca” alla Leuthard! Nei corridoi si vocifera che il feeling tra i due ministri si sia un pochino raffreddato e che – sia da una parte sia dall’altra – si stia pensando, per ripicca, a giocare qualche brutto scherzo. “Da prete”, considerata l’appartenenza partitica della signora Leuthard, e da “liberale della cotta” da parte dell’Ignazio.

Ci sarà da ridere? Purtroppo no! Piuttosto da piangere, considerando in che mani ci siamo messi!

Comments are closed.

« »