La risatina

Dic 16 • L'opinione, Prima Pagina • 16 Views • Commenti disabilitati su La risatina

Dopo aver sistemato i bagagli del Papa nel baule, l’autista si accorge che il Santo padre resta sul marciapiede.

«Mi scusi, Santità – dice l’autista – vorrebbe, per favore, prendere posto, in modo da poter partire?»

«Ehm, in verità… – dice il Papa – in Vaticano non mi lasciano guidare, e mi piacerebbe proprio farlo oggi.»

Di malavoglia, l’autista si siede dietro e il Papa s’installa al volante. Ben presto, l’autista si pente della sua decisione quando, non appena lasciato l’aeroporto, il pontefice schiaccia il gas a tavoletta accelerando fino a oltre 170 Km/h…

«La supplico, Santità, rallenti!» – implora l’autista molto preoccupato, ma il Papa continua finché, a un certo momento, si sentono le sirene della polizia. Il Papa si ferma sul bordo della strada e abbassa il finestrino. Il poliziotto s’avvicina ma, quando vede il papa, torna alla sua moto e chiama alla radio il suo capo, dicendogli che ha fermato una limousine che correva a 170 Km/h!!!

«E qual è il problema? Arrestalo!» dice il capo.

«Non penso che si possa fare, è qualcuno di molto importante.» dice il poliziotto.

«Non ci sono scuse!» esclama il capo.

«No, voglio dire, è qualcuno realmente molto importante.»

Il capo chiede allora:

«Chi hai beccato? Il sindaco?»

E il poliziotto: «Di più!»

«Un senatore, un deputato, un ministro… il presidente?»

«Di più, molto di più!»

E il capo:

«Va bene, dimmi chi è allora!»

E il poliziotto:

«Credo che sia Dio in persona!»

«E che cosa ti fa credere che sia Dio?»

«Perché ha il Papa come autista!»

Comments are closed.

« »