Incontro Salvini, Seehofer, Kickl e “Aiuto!” Sommaruga

Lug 27 • L'opinione, Prima Pagina • 1224 Views • Commenti disabilitati su Incontro Salvini, Seehofer, Kickl e “Aiuto!” Sommaruga

La partecipazione al summit di Innsbruck della CF Sommaruga, non ci lascia per nulla tranquilli! Il nostro timore è motivato dalla sfrenata voglia di profilarsi della signora, per tutto ciò che concerne l’accoglienza a ogni costo. Siccome spesso ci si fa turlupinare dai “colleghi” europei, non vorremmo che, in un impeto di generosità, la capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia, abbia dato la sua disponibilità – naturalmente senza chiedere il parere di nessuno! – a ripigliarsi indietro tutti quei clandestini che, attraverso la Svizzera hanno, puntato a Nord.

Siccome conosciamo la genesi politica della ministra e relativa vocazione nel favorire l’invasione, non vorremmo ritrovarci fra le mani la classica Peppa Tencia!

Insomma, i “migranti” traghettati a gogo dalle coste africane, stanno diventando un problema e coloro che sono dotati di solidi attributi (vedi Salvini e altri duri che non ballano) hanno detto finalmente basta agli osceni, ma fruttuosi “salvataggi” in mare. Conoscendo la grande sensibilità umanitaria, palesata con esagerazione dal CF a favore di coloro che vengono da lontano, ma sempre meno per quanto riguarda gli autoctoni di questo paese, temiamo, a giusta ragione, qualche gesto alla Winkelried: purtroppo sappiamo come andò a finire!

Siccome un giorno sì e l’altro pure, ci si viene a raccontare (piangere) che le entrate illegali, poiché tali sono, e le domande d’asilo sono diminuite (sic!) – come se non ce ne fossero già abbastanza – c’è il rischio di ritrovarci con un bel numero di “ospiti” da collocare nei centri di raccolta, attualmente sotto occupati! Ma dove sta scritto che si debba apporre per forza il cartello “tutto esaurito”? A quale scopo? Forse per foraggiare quelli che, grazie all’accoglienza à tout prix, hanno capito che il falso buonismo rende senza nemmeno farti arrossire? In quanto ai sensi di colpa confessati in TV da illustri “VIP”, acronimo che possiamo tradurre con “Veri Ipocriti Personaggi”, meglio lasciar perdere!

È un mega festival dell’insincerità, a cominciare da certi ovattati ambienti dove spesso si sente pronunciare l’imperativo “date”, mentre il “diamo” è praticamente inusitato anche laddove gli effluvi d’incenso e le litanie sono pane quotidiano!

Magliette rosso sangue, Rolex e “r” mosce, per denunciare con veemenza chi ha avuto il coraggio di dire “ basta!” allo sconcio commercio di carne umana.

Per intenderci, sono gli indignati di facciata che in casa loro, nelle lussuose magioni, MAI si sognerebbero di ospitare un migrante/clandestino, figuriamoci! Troppo impegnati a “tirarsela”, nel predicare bene e razzolare male!

Le nostre preoccupazioni, quindi, tenendo conto della moda imperante, sono più che giustificate. Siccome notoriamente i nostri CF non sono propriamente campioni in fatto di astuzia, e l’emulazione di Madre Teresa di Calcutta è ruolo ambito da parte di certe nostre conoscenze, non vorremmo ritrovarci con le classiche pive nel sacco!

“Meno migranti, meno sbarchi e meno morti”. Noi siamo pienamente d’accordo. Forse lo saranno un po’ meno quelli che si vedranno diminuire il conto in banca!

Comments are closed.

« »