In merito all’ideologia LGTBQ

Nov 18 • L'opinione, Prima Pagina • 57 Views • Commenti disabilitati su In merito all’ideologia LGTBQ

Anna Lauwaert

 

L’ideologia LGTBQ infastidisce? Ci sono sempre stati etero ed omosessuali e anche ermafroditi, cioè persone senza chiara appartenenza sessuale. Non ci sono conflitti se ognuno vive secondo la sua natura con discrezione e rispetto. Il fastidio viene dall’esibizionismo, offesa alla dignità o prepotenza.

Oggi però, sembra che le persone «diverse» siano più numerose che nel passato. Perché vivono più apertamente oppure perché c’è un cambiamento genetico nella specie umana?

Dal 1945 il nostro modo di vivere è molto cambiato. Quali sono gli effetti di tutti gli «elettrosmog» provocati da macchinari elettrici, le «onde» radio, TV, wireless, ecc. i prodotti chimici, medicinali, inquinamenti, vaccini, ormoni come la famosa «pillola», ma anche additivi alimentari tra cui i perturbatori endocrini?

Conviene osservare ciò che succede in Francia, dove fin dalla scuola materna, sesso e genere vengono insegnati… con ascolto alle rivendicazioni sessuali di bimbi di 5 anni… Anzi, questi vengono incoraggiati a scegliere il proprio sesso e l’adolescenza può essere bloccata con trattamenti ormonali e addirittura alle ragazze è possibile farsi togliere i seni… (https://www.youtube.com/watch?v=LLNXLWOjXho

https://www.editionsartege.fr/product/127112/questionnements-de-genre-chez-les-enfants-et-les-adolescents/).

Va preso sul serio perché tutto questo, che a noi sembra pura follia, in realtà va nel senso dell’Intellighenzia attuale (Klaus Schwab, Yuval Harari, Laurent Alexandre, ecc.). Cioè: il futuro dell’uomo è «l’umano aumentato», la fusione tra umano e macchina coi microchip, impiantati anche nel cervello. Però, prima di costruire l’uomo aumentato si deve dis-costruire quello attuale. Quindi le teorie del genere: non c’è più né maschio, né femmina, c’è il terzo sesso. Vanno promossi l’ideologia LGBTQ, i gay pride, i tatuaggi, ecc… In Francia, l’uomo bianco viene sistematicamente denunciato per stupro e un complimento a una donna è reato di sessismo. L’archetipo dell’uomo è quello primitivo, preistorico: il cacciatore, poi il coltivatore. Vanno distrutti per far posto all’uomo nuovo «chippato». La moda maschile mostra uomini «dis-costruiti» conciati col pagliaccetto o stracci nemmeno da carnevale. Non è delirio da menti malati, è voluto: è «l’homme déconstruit», l’uomo dis-costruito che deve diventare zombi prima di poter essere ricreato, «aumentato» con i chip… per diventare ciò che L. Alexandre insegna ai suoi studenti: «Voi sarete gli Dei… gli altri non saranno nulla». Non invento, lo trovate su google/images e youtube.

L’ubbidienza va imposta tramite la paura (virus, guerra, penuria…). Il lupo imposto dall’UE deve distruggere l’agricoltore per istaurare il rewilding. Il cacciatore va distrutto per istaurare l’uomo aumentato. L’economia va distrutta per imporre il Great Reset. Il nostro mondo (nel quale non si deve nemmeno più mangiare carne bensì vermi e insetti) va distrutto per imporre il Nuovo Ordine Mondiale.

La domanda diventa quindi «Ma noi, siamo d’accordo?» Negli anni ’80, durante una conferenza a Locarno, il prof Malliani disse a proposito del pericolo nucleare ±: «Viviamo sopra una polveriera e non c’è altra soluzione che una presa di coscienza individuale e morale».

Comments are closed.

« »