Il presidente Guy Parmelin ha messo le cose in chiaro a Bruxelles

Apr 30 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 7 Views • Commenti disabilitati su Il presidente Guy Parmelin ha messo le cose in chiaro a Bruxelles

L’UDC si rallegra della risolutezza del Presidente Guy Parmelin all’incontro del 23 aprile con la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e che non abbia segnalato alcuna disponibilità al compromesso. Questo significa che l’accordo istituzionale è definitivamente fallito. L’UDC chiede al Consiglio federale di seppellire ufficialmente l’accordo ora, in modo da fare finalmente chiarezza su questo tema.

I negoziati relativi all’accordo istituzionale con l’UE sono falliti. L’UDC si rammarica che il Consiglio federale non abbia avuto il coraggio di dirlo oggi alla Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. Tuttavia, l’UDC valuta positivamente il fatto che il Presidente Guy Parmelin non abbia fatto alcuna concessione né abbia segnalato un’ulteriore disponibilità al compromesso durante i colloqui odierni. «Sono contento che il nostro presidente non abbia ceduto e abbia detto chiaramente che questo trattato coloniale, che minaccia il Popolo svizzero e i suoi diritti democratici, non può essere firmato», dice il Presidente del partito Marco Chiesa. «Vogliamo buone relazioni con l’UE, ma queste devono essere su un piano di assoluta parità. Non siamo disposti a sottometterci a un trattato unilaterale che serve solo a far passare gli interessi dell’UE».

L’UDC si aspetta che il Consiglio federale chiarisca subito le cose e seppellisca ufficialmente l’accordo quadro, affinché le relazioni tra la Svizzera e l’UE possano finalmente normalizzarsi. Le relazioni bilaterali dovrebbero continuare sulla base di trattati che possono essere rinnovati, se necessario.

Un legame istituzionale con l’adozione automatica del diritto europeo, una clausola ghigliottina, giudici stranieri, o la Corte di giustizia europea come istanza suprema, sono fuori questione per l’UDC in futuro, perché questo non è compatibile con la sovranità del nostro Paese. L’UDC lo fa notare da anni. In definitiva, è grazie alla determinazione e all’instancabile lotta dell’UDC contro questo accordo, se ora possiamo finalmente seppellirlo.

Comments are closed.

« »