Il Consiglio degli Stati vota l’inserimento della galleria Moscia – Hotel Acapulco!

Dic 16 • Dal Cantone, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 39 Views • Commenti disabilitati su Il Consiglio degli Stati vota l’inserimento della galleria Moscia – Hotel Acapulco!

Nel numero del 6 ottobre scorso avevamo scritto della strada che da Locarno conduce al confine di Brissago Valmara o Madonna di Ponte. L’arteria è percorsa dalle migliaia di frontalieri che giornalmente si recano a lavorare nella regione, dai TIR che raggiungono il Piemonte e dai residenti. La strada rivela le sue inadempienze al traffico attuale. Il Consiglio degli Stati, alla fine di settembre, non l’ha inserita nel credito votato in quell’occasione di 1,6 miliardi per le infrastrutture di trasporto situate all’interno delle città e degli agglomerati. L’attuale presidente della camera alta (Eva Herzog PS), aveva addirittura parlato allora, se fosse stata accettata la proposta, di un pericoloso precedente!

Ora il credito tornerà sul tavolo del Consiglio federale e potrebbe godere del sostegno finanziario della Confederazione. Questa proposta era stata lanciata e inserita in extremis dal Consigliere nazionale Bruno Storni in Commissione dei trasporti delle telecomunicazioni, nel programma d’agglomerato Locarnese (Paloc4, con priorità A).

La proposta chiede di sottoporre all’Assemblea federale un messaggio per lo stanziamento di un credito d’impegno a favore del progetto che né la Commissione dei trasporti del Locarnese (Cit), né il Cantone avevano provveduto a inserire il progetto nel PaLoc4!

La proposta, al momento dell’accoglimento, dovrà sottostare a precise indicazioni, per esempio, misure a favore del trasporto pubblico e della mobilità dolce. Lo scavo prevede un tunnel per circa un chilometro e mezzo, per il traffico principale che oggi percorre la litoranea, tortuosa e malsicura fra Ascona e Brissago. L’attuale strada sarà declassata per traffico lento, pedoni ciclisti e residenti. L’investimento previsto è di cento milioni di franchi e il contributo della Confederazione sarà di 38 milioni.

Tuttavia, rimangono ancora, a livello cantonale, alcuni ostacoli da superare: per esempio, il ricorso del Municipio di Gordola per la chiave di riparto a carico di Cantone e Comuni.

Il cantone dovrà inoltre presentare, al più presto, il progetto a Berna.

Per concludere, quando sarà pronta la strada, 2030 o 35?

FRG

Comments are closed.

« »