Ecco come la sinistra e i verdi vogliono rieducare il ceto medio:

Lug 12 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 346 Views • Commenti disabilitati su Ecco come la sinistra e i verdi vogliono rieducare il ceto medio:

Ecco che cosa chiedono ancora questi rieducatori:

Divieti supplementari

  • Zero emissioni di CO2 entro il 2030 nella città di Zurigo, mediante il completo abbandono dei riscaldamenti a olio e a gas. A titolo di compensazione, cellule solari sui tetti.
  • Divieto di sostituzione di un riscaldamento a olio con un nuovo impianto dello stesso tipo.
  • Divieto dei voli all’interno della Svizzera.
  • Divieto dei veicoli fuoristrada.
  • Divieto dei sacchi di plastica.
  • Soppressione delle sovvenzioni per la produzione agricola di carne.
  • Divieto di immatricolazione di nuove vetture da turismo con motore a combustione a partire dal 2025. Divieto totale dal 2035.
  • Zero emissioni di CO2 in tutta la Svizzera. Né petrolio, né benzina, né nafta, né gas naturale a partire dal 2050.
  • Divieto di circolazione di vetture e moto quattro domeniche l’anno in tutta la Svizzera.
  • Divieto di ristrutturare gli aeroporti in Svizzera.

Misure di rieducazione

  • Divieto di noleggiare un aereo per le scuole e per gli spostamenti professionali degli impiegati dello Stato.
  • Soppressione dei 50 voli interni esistenti attualmente.
  • Riduzione del consumo di carne. Giornata senza carne nelle case anziani e nelle mense.
  • Tasse d’incentivazione sulla carne indigena e importata, come pure sui latticini.
  • Vendita di indulgenze per i certificati CO2 a spese della popolazione, mediante un massiccio rincaro dei prodotti ricchi d’energia.
  • Coloro che osano avere un’opinione diversa sono diffamati come distruttori del clima.
  • Soppressione della libera scelta dell’alloggio a vantaggio di costruzioni uniformi.
  • Massiccio rincaro dei biglietti aerei. Addio alla voglia di viaggiare.
  • Regolamentazione degli utensili domestici, della temperatura dell’acqua e dei locali, eccetera, regime di coercizione per imporre la «società a 2000 Watt».
  • Soppressione dell’indipendenza della Banca nazionale che, in avvenire, dovrebbe investire unicamente in oggetti conformi alla legislazione CO2.
  • Riservare i parcheggi nelle città esclusivamente alle vetture elettriche.
  • Imporre l’ammissione dei cosiddetti rifugiati climatici.
  • Tasse d’importazione sui prodotti provenienti da paesi che non hanno sottoscritto l’accordo sul clima (Stati uniti).
  • Obbligare le casse pensioni a gestire i loro patrimoni con investimenti a favore del clima.
  • Obbligare case pensioni, assicurazioni, banche, eccetera a redigere rapporti sulle conseguenze sul clima dei loro investimenti.

Comments are closed.

« »