All’ombra del minareto

Feb 7 • L'opinione, Prima Pagina, Sport e Cultura • 93 Views • Commenti disabilitati su All’ombra del minareto

Anna Lauwaert, Loco

Più i giovani studieranno in Occidente, più penseranno e meno crederanno.

La quantità degli apostati è in crescita1

È anche normale che i credenti e coloro che vivono del sistema si oppongano sempre più fortemente al movimento di de-islamizzazione.

Ineluttabilmente, prima o poi, un medico musulmano dovrà spiegare ai suoi correligionari che il ramadan, come viene vissuto oggi in Occidente, è un assurdità nociva per la salute in quanto in Occidente il lavoro dura 8 ore durante il giorno. Il pericolo causato dalla fame o dalla sete non riguarda solo la salute, ma anche i rischi professionali.

Immaginiamo un conduttore di bus che ha uno svenimento per ipoglicemia e causa un incidente con 50 morti.

Pensiamo a un operaio che lavora su un cantiere sotto la stecca del sole senza bere: è suicida. Quando si tratta di bambini è maltrattamento.

Le nostre autorità non osano vietare il ramadan per non causare ammutinamenti. Aspettano la catastrofe?

“Le Processus de Barcelone” 

Se si volesse si potrebbe vietare la pratica delle prescrizioni musulmane che non sono conformi alle nostre norme/leggi perché nell’Islam esiste il buon senso, cioè la “legge della necessità” che dice “Ciò che è necessario rende il vietato permesso”.  (Corano II,173)2

Vale a dire, “se vivete in un paese che vieta la pratica del ramadan o il burqa o altro, adattatevi.”

Il che dimostra che se l’Islam viene praticato in Europa è solo perché viene autorizzato dai politici europei, perché l’Europa ha ceduto al ricatto del petrolio nel 19733

Cioè: Per ricevere petrolio dal mondo arabo-musulmano, l’Europa accetta l’immigrazione massiccia di musulmani e dà loro i pieni diritti di cittadinanza, cioè la colonizzazione islamica.

Questa viene organizzata da «Organisation de la Coopération Islamique ISESCO pour Islamic Educational, Scientific and Cultural Organization), organo creato in maggio 1979 dall’Organizzazione della Conferenza islamica (OCI, attuale Organizzazione della cooperazione islamica).»

Il documento dell’l’ISESCO è citato da Alain Wagner4

(vedi anche “le projet” di Sylvain Besson5)

Ma, se l’Europa si è venduta per petrolio, gli immigranti devono sapere che loro sono stati venduti come manodopera a buon mercato.

La Svizzera non è l’UE e ci si ricorderà che quando il Ticino ha vietato il burqa, l’ambasciata dell’Arabia ne ha informato i suoi turisti (Giugno 2016), chiedendo di rispettare la legge del paese visitato.6

Già nel giugno 2004 il Rapporto Obin ha spiegato la gravità della situazione nelle scuole: “Les signes et manifestations d’appartenance religieuse dans les établissements scolaires”. Ma invece di prendere delle misure si insabbia…7

L’isteria del ramadan va fino al punto di sputare la saliva per non ingoiare nemmeno una goccia di liquido… allorché per semplice salute ognuno deve bere 2 litri al giorno e di più durante periodi caldi, per gli operai sono diversi litri di più.

Immancabilmente, i giovani che studiano non potranno più accettare l’urina di cammello come medicinale, né l’idea che la terra è piatta, né altre credenze come il supplizio della tomba durante il quale i diavoli vengono a stritolare il morto, e nemmeno le superstizioni attorno agli spiriti.

È impossibile che i giovani che studiano secondo i metodi della razionalità continuino ad accettare le irrazionalità delle credenze. Allora le moschee si vuoteranno, come le chiese si sono vuotate dopo il Vaticano II.

E.G. Ban scrive nel suo libro “The constant feud”: “V.S. Naipaul scrisse, a proposito del Maulana Maudoodi del Pakistan – il quale si ammalò, andò in un ospedale a Boston e ci morì – che “è andato in cielo passando da Boston e fece almeno una parte del viaggio in Boeing”. Non fu solo Boeing. Ha dovuto recarsi all’aeroporto in automobile, a Boston è stato curato con equipaggiamento, strumenti e medicina creati dalla scienza occidentale. Se fosse andato a Boston coi mezzi corrispondenti al suo credo avrebbe dovuto andare a Karachi a dorso di cammello e navigare verso Boston su un dhow.”

Venendo in Occidente, l’Islam sottopone se stesso alla critica.

 

1 https://www.nouvelobs.com/societe/20191124.OBS21515/exmuslims-ces-anciens-musulmans-qui-fustigent-l-islam.html)

2 https://fr.wikipedia.org/wiki/Prescriptions_alimentaires_islamiques)

3 https://www.agoravox.tv/actualites/religions/article/alain-wagner-la-colonisation-78476

4 https://www.isesco.org.ma/wp-content/uploads/sites/2/2015/05/Strat%C3%A9gieExtVFLR1.f

5 http://www.seuil.com/ouvrage/la-conquete-de-l-occident-le-projet-secret-des-islamistes-sylvain-besson/9782020816236

6 https://www.swissinfo.ch/ita/nuova-legge_-rispettate-il-divieto-di-indossare-la-burqa-in-ticino/42226226

7 http://www.laicite-republique.org/rapport-obin-les-signes-et-manifestations-d-appartenance-religieuse-dans-les.html

Continua nel prossimo numero

Comments are closed.

« »