Agenti di polizia: eroi poco apprezzati e misconosciuti

Apr 17 • L'opinione, Prima Pagina • 480 Views • Commenti disabilitati su Agenti di polizia: eroi poco apprezzati e misconosciuti

Rolando Burkhard

Coronavirus:  poco tempo fa, la popolazione è stata esortata ad applaudire dai balconi il nostro corpo medico e tutto il personale sanitario. L’appello all’applauso era lodevole, l’abbiamo accolto volentieri. Perché queste persone salvano delle vite umane, e il loro impegno è enorme. Nel contesto del coronavirus sono attualmente lodate quali eroi degni del Paradiso. Ma non è sempre stato così. Fino a poco tempo fa, erano tutti criticati – operatori in studi medici, farmacie, ospedali e ricoveri – quali responsabili degli esagerati costi della salute. Ma, in generale, svolgevano e svolgono tuttora un  ottimo e appagante lavoro.

Anche gli agenti di polizia svolgevano e svolgono tuttora un altrettanto importante lavoro, sebbene di gran lunga meno appagante. Perciò, altrettanto di gran lunga, sono meno amati del personale sanitario. Perché da sempre sono chiamati a sorvegliare l’osservanza delle norme di legge. E anche adesso, in piena crisi di coronavirus, devono, a rischio della loro stessa salute, vigilare sull’applicazione di imposizioni e divieti statali. Con sgradevoli ammonimenti e, se del caso, con  irritanti multe. Che, e in che misura, salvino in questo modo delle vite umane non è così direttamente tangibile come nel caso del personale sanitario, per cui non c’è alcun applauso nei loro riguardi.

Sotto un certo aspetto, entrambe le categorie subiscono un’analoga sorte. Il personale sanitario lo si mandava all’inferno perché costava troppo, oggi si inneggia a esso. E la polizia, maledetta per le multe di parcheggio e i controlli radar sulle strade, in caso d’emergenza o di un qualsiasi reato, non solo era ed è benvenuta, bensì addirittura insostituibile. Doveva e deve arrivare in tempo zero e provvedere a tutto.

Gli attuali compiti preventivi della polizia concernenti il coronavirus sono sgradevoli e quasi più rischiosi di quelli del personale sanitario. Ma nessuno applaude dai balconi. E così, gli e le agenti di polizia rimangono degli eroi non solo poco apprezzati, ma anche misconosciuti.

La polizia merita gratitudine (anche senza i facili applausi dai balconi), come anche altri servizi di emergenza e soccorso sempre disponibili e operativi quali i pompieri e altri. Io, in ogni caso, rivolgo loro un grande GRAZIE!

 

Comments are closed.

« »