Ultime cifre statistiche: l’immigrazione di massa ha ulteriormente accelerato

Ott 4 • Dall'UDC, Dalla Svizzera • 1056 Views • Commenti disabilitati su Ultime cifre statistiche: l’immigrazione di massa ha ulteriormente accelerato

Logo UDC

La popolazione residente permanente è cresciuta l’anno scorso di oltre 100’000 persone, ossia dell’1.25%. Questa cifra equivale alla popolazione di una città delle dimensioni di Winterthur! L’immigrazione è la causa principale di questa crescita. Se questa evoluzione continua, la Svizzera conterà 10 milioni di abitanti fra meno di vent’anni. Conclusione: l’iniziativa “contro l’immigrazione di massa” accettata da popolo e cantoni deve essere applicata rapidamente e fedelmente. 

L’Ufficio federale di statistica ha pubblicato oggi (29.09.2014) le cifre dell’evoluzione demografica nel 2013. Secondo questi dati, la popolazione residente permanente della Svizzera è aumentata l’anno scorso di 100’600 persone, raggiungendo gli 8’139’600 abitanti. L’immigrazione netta di stranieri ha raggiunto le 89’500 unità, ossia sensibilmente più della media degli ultimi 10 anni.

I problemi posti dall’immigrazione di massa si accentuano. L’attrattività che la Svizzera esercita sugli abitanti dell’Unione europea è sempre forte: i tre quarti degli immigranti stranieri provengono dall’Europa. La pressione sulla Svizzera aumenta e con essa i problemi posti da una crescita demografica che sfugge a qualsiasi controllo: sovraccarico delle infrastrutture, rincaro degli affitti nelle città, aumento dei costi sociali. Non si può continuare così.

È proprio perché è estremamente inquieto di fronte a questi sviluppi che il popolo svizzero ha approvato il 9 febbraio scorso l’iniziativa popolare “contro l’immigrazione di massa”. Il Consiglio federale ha il dovere di accelerare l’applicazione della nuova norma costituzionale affinché la Svizzera possa riprendere il controllo dell’immigrazione sul suo territorio.

 

UDC Svizzera

Comments are closed.

« »