TILO – Avanti un passo alla volta

Dic 1 • Dal Cantone, L'opinione, Prima Pagina • 142 Visite • Commenti disabilitati su TILO – Avanti un passo alla volta

La rete di collegamenti TILO (stato estate 2017) viene costantemente potenziata

Urs von der Crone
Presidente ds-SVP Tessin

 

«Altro Natale senza il treno» titolava il Corriere del Ticino la scorsa settimana. Ci si riferiva all’apertura della linea ferroviaria Stabio-Varese, che potrà avere luogo non il 10 dicembre per il cambio degli orari, bensì un mese più tardi. Una ragione sufficiente per i pessimisti di professione, per inveire contro la mancanza di puntualità degli Italiani. Ha dunque una tale importanza se questo grande passo nel trasporto pubblico sarà effettuato un anno prima o un po’ più tardi? Si può vedere la situazione anche sotto un aspetto totalmente diverso: in Ticino (vedi piantina) disponiamo già oggi, con i treni transfrontalieri TILO, di attrattivi collegamenti ferroviari regionali fra i grandi centri. Per i prossimi anni è programmata tutta una serie di miglioramenti e potenziamenti. Si completeranno così i modo sensato e reciprocamente le offerte di trasporto ferroviario pubblico TILO, la rete transalpina di Alptransit e la programmata rete tramviaria di Lugano.

Si è già andati avanti negli ultimi anni, passo dopo passo. La S-Bahn S10, che quale linea principale collega la Leventina, Bellinzona, Lugano, Mendrisio e Chiasso, è stata potenziata con la RE10: gli stessi treni viaggiano in direzione nord sulla vecchia linea del San Gottardo fino a Erstfeld e in direzione sud si può rimanere seduti fino a Milano. La linea S20, che collega Locarno con il resto del Ticino, sarà completata in pochi anni con la RE80: da Locarno si arriverà poi, attraverso la nuova galleria del Monte Ceneri, senza cambiare direttamente a Lugano e Milano. Su queste linee, la ferrovia sarà più veloce della strada. La S30 è stata sottoposta quest’anno a un grande risanamento e presto offrirà il collegamento diretto con Luino e con entrambi i terminal dell’aeroporto di Malpensa. Con la S40 due città italiane saranno collegate tramite la ferrovia svizzera: da Como a Varese via Mendrisio. E sicuramente già da tempo i Ticinesi si stanno rallegrando della tratta S50 che porterà dei treni diretti da Bellinzona a Varese, via Lugano e Mendrisio (dall’8 gennaio 2018) e più tardi, ma non molto, anche all’aeroporto di Malpensa. Il Ticino disporrà così addirittura di due collegamenti, totalmente indipendenti l’uno dall’altro, con il maggiore aeroporto di Milano. Pazienza è stata chiesta finora, e verosimilmente sarà richiesta nei anche prossimi anni – ma i risultati soddisferanno le grandi aspettative e forse miglioreranno anche la precaria situazione sulle strade. Per il potenziamento della S60 non possiamo fissare oggi dei termini: la sua realizzazione potrebbe durare alcuni anni …

Comments are closed.

« »