SÌ alla concorrenza

Ott 4 • Dall'UDC, Dalla Svizzera • 718 Visite • Commenti disabilitati su SÌ alla concorrenza

Logo UDC

L’UDC si rallegra del nuovo e netto rifiuto della cassa-malati unica. Il popolo s’è così pronunciato a favore delle casse-malati private, della libera scelta per gli assicurati e della libera concorrenza. Le cittadine e i cittadini hanno chiaramente fatto capire che non vogliono che la statalizzazione della sanità pubblica continui.

Il popolo ha chiaramente respinto l’idea di una cassa-malati unica, impedendo così un calo della qualità della sanità pubblica svizzera e un aumento dell’arbitrio statale. Non si è lasciato ingannare dalle false promesse basate su dei sogni socialisti. Dicendo NO a questa iniziativa, il sovrano s’è pronunciato a favore della concorrenza fra casse-malati, testimoniando nel contempo la sua fiducia in soluzioni liberali e rifiutando un ulteriore interventismo dello Stato.

L’UDC si rammarica che l’iniziativa della gastronomia sia stata respinta. Sembra che le incertezze scientemente provocate dal Dipartimento delle finanze e dagli avversari dell’iniziativa in merito all’applicazione della stessa abbiano avuto l’effetto sperato. Ancora una volta, il Dipartimento federale delle finanze ha messo in atto una subdola manovra di ricatto nei confronti delle cittadine e dei cittadini, affermando falsamente che l’accettazione dell’iniziativa avrebbe causato quasi inevitabilmente un aumento del tasso d’IVA ridotto sui prodotti alimentari. E così, l’eccessiva imposizione dei clienti dei ristoranti rimarrà in vigore. Con la decisione odierna è pure chiaro che un tasso d’IVA uniforme non è più all’ordine del giorno.

 

UDC Svizzera

 

Comments are closed.

« »