P+, la Reconquista comincia dal Belgio!

Set 30 • All'ombra del minareto • 1260 Visite • Commenti disabilitati su P+, la Reconquista comincia dal Belgio!

minaretoAll’ombra del minareto

Un articolo ripreso dal sito www.ripostelaique.com

È probabile che molti di voi l’ignorino ancora, ma il Belgio è ora il primo paese europeo a disporre con orgoglio del primo partito apertamente anti-sharia’h.

Avevate sognato un partito anti-sharia’h? Ebbene i Belgi l’hanno fatto!

Pierre Renversez ha lanciato il Partito Più (che si può anche scrivere P+) in risposta al partito ISLAM (un partito islamico il cui dirigente dichiara voler fare del Belgio un paese islamico retto dalla sharia’h) di cui due rappresentanti sono stati eletti a delle funzioni ufficiali in occasione delle elezioni municipali. Il troppo è troppo, i Belgi sono accomodanti, ma ci sono dei limiti da non oltrepassare!

Nella stampa belga, Pierre Renversez è rapidamente diventato il “signor anti-sharia’h” grazie a un discorso senza ambiguità e un programma politico senza condiscendenza verso l’islam politico e sovversivo.

Il P+, con il suo approccio diretto e il suo rifiuto del “politicamente corretto”, stride in un panorama politico francofono belga tradizionalmente moscio e in preda a una patetica competizione nel clientelismo pro-musulmano: le liste elettorali a maggioranza musulmana nei quartieri “culturalmente arricchiti”, cambio del nome del “Partito sociale cristiano” in “Centro democraticoi umanista” per non offendere l’elettorato derivante dalla “diversità” (è facile indovinare la parola divenuta inopportuna).

Il P+ è un partito patriottico che respinge le etichette Diritto e Sinistra a favore del buonsenso e di misure necessarie e ragionevoli. I suoi due motti sono “Padroni in casa nostra!” e “Prima i Belgi!”. Per rispondere alle levate di scudi che tali slogan potrebbero provocare, Pierre Renversez ha appena pubblicato un video nel quale si spiega la posizione del P+.

Essere fermamente impegnato contro la sovversione politica islamica e contro i promotori della sharia’h non impedisce naturalmente al P+ di avere delle posizioni altrettanto chiare anche sui grandi problemi delle nostre società europee attuali: ecologia, immigrazione, educazione, pericoli dello halal e ricupero della sovranità ceduta all’Europa. Il P+ mira ad aprire il campo delle idee politiche a delle soluzioni reali e a un discorso di verità che la smetta di aggirare i problemi facendo finta di non vederli.

Francesi (ma anche noi Svizzeri, NdT), osservate attentamente cosa fanno i vostri vicini belgi, è possibile che l’innovazione politica venga da loro e dia presto delle lezioni ai nostri politici e politiche troppo timorosi!

Il sito del P+ : http://www.partiplus.be/

Bernard Bayle

Comments are closed.

« »