NO ai costanti aumenti delle imposte

Ago 22 • Dall'UDC, Dalla Svizzera • 1106 Visite • Commenti disabilitati su NO ai costanti aumenti delle imposte

Logo SVP

Il Consiglio federale ha avviato oggi una procedura di consultazione inerente a una modifica della legge sull’imposizione del tabacco. Partendo dal prezzo attuale di Fr 8.20 della categoria più venduta, il Consiglio federale desidera ricevere la competenza per aumentare questo prezzo di Fr 2.80 per pacchetto di sigarette (il che equivale a un aumento del prezzo pari a +34%). Il Consiglio federale propone un programma contro il contrabbando e il turismo dell’acquisto, ma questo progetto non diminuirà di una sola unità il numero di sigarette fumate. Questo nuovo onere fiscale a carico dei cittadini e dell’economia è inutile e, alla fin fine, mette in pericolo degli impieghi in Svizzera. Inoltre, non si vede perché sarebbe necessario raggiungere una “compatibilità europea” a proposito dell’imposizione del tabacco. 

 

L’amministrazione federale non lavora mai in maniera così efficace e determinata come quando si tratta di togliere del denaro dalle tasche dei contribuenti con un aumento di imposte, tasse e prelievi. Questa efficacia lascia invece a desiderare quando si tratta di riesame dei compiti della Confederazione o dei risparmi da effettuare nelle assicurazioni sociali, progetti che si trascinano da anni. In risposta alla procedura di consultazione sulla modifica della legge sull’imposizione del tabacco, l’UDC si pronuncia chiaramente contro una “struttura fiscale compatibile con quella dell’UE”. Il prezzo del tabacco è già molto elevato in Svizzera. L’UDC auspica che il Consiglio federale osi, almeno in questo settore, scegliere una via indipendente da Bruxelles preoccupandosi dell’attrattività dell’economia svizzera e della conservazione di impieghi.

 

UDC Svizzera

Comments are closed.

« »