Naziunalità

Ott 6 • Prima Pagina, Sport e Cultura • 207 Views • Commenti disabilitati su Naziunalità

Le poesie dialettali di Edo Figini

L’è un fatu che ‘ndal vess Svizzar-Tagliàn

al po purtà a strani sitüaziun.

Cumè: Municipal a Nuvazzan

e Sindigh dal paes da Bizzarun.

 

Par chi gh’ha dopia naziunalità

anca ‘st’aberaziun l’è cunsentida,

però poss mia fa-a-men da denuncià

‘na discriminaziun fada-e-finida.

 

Parchè par quii che da generaziun,

inn svizzar, fin dal milavottcentrii

l’è mia pussibil vess da dò naziun,

e fra tütt dò scernì ‘l mej preferii.

 

Quand gh’è discriminaa una magiuranza

par mi, a gh’`è dumà ‘na sulüziun.

Quii cun püssee d’una citadinanza

che’j cattan fö: Interess o cunvinziun!

 

© Edo Figini 6 sett. 2017.

 

Traduzione

 

Nazionalità

 

È un fatto che l’essere Svizzero-e-Italiano (contemporaneamente)

può portare a strane situazioni.

Come: (p.es.) Municipale a Novazzano

e Sindaco nel paese di Bizzarrone.

 

Per chi ha la doppia nazionalità

anche questa aberrazione è consentita,

però non posso far a meno di denunciare

una discriminazione in piena regola.

 

Perché per coloro che da più generazioni

sono svizzeri, fino dal 1803 (ed anche dal 1291)

non è possibile di essere di due nazioni,

e da tutte due scegliere il meglio preferito.

 

Quando c’è la discriminazione di una maggioranza,

per me c’è una sola soluzione.

Quelli con più di una cittadinanza,

che scelgano: Interesse o convinzione!

Comments are closed.

« »