Monteceneri si mobilita contro le discariche

Set 13 • Dai Comuni • 1504 Visite • Commenti disabilitati su Monteceneri si mobilita contro le discariche

Consegna_petizione_DSC_0028 (2)

Consegnata alla cancelleria cantonale la petizione contro la scheda V7

Quasi 2200   cittadini di Monteceneri, Mezzovico-Vira e di altri comuni ticinesi dicono NO   a nuove

discariche   di inerti nell’alto Vedeggio e chiedono che la discarica di Petasio sia chiusa   alla fine del

 2014, o   nei primi mesi del 2015, come lasciato intendere dai funzionari cantonali solo   alcuni mesi

 orsono.   Firmando la petizione «Discariche di inerti? Abbiamo già dato», i cittadini hanno   voluto

 sottolineare   l’importante contributo alla gestione degli inerti che Monteceneri ha dato da   oltre dieci

 anni, sopportando   i continui disagi causati dalle due discariche di Alptransit e di Petasio ancora

 attive sul   proprio territorio. Questa opposizione popolare ha preso forma oggi con la consegna

 delle firme   alla Cancelleria del Consiglio di Stato da parte dei rappresentanti di tutte le   forze

 La petizione   è la risposta della popolazione più direttamente colpita dai disagi della discarica   di

Petasio   alla consultazione sulle modifiche della Scheda V7 del Piano Direttore Cantonale

(discariche).

I cittadini   di Monteceneri e di Mezzovico-Vira ricordano al Consiglio di Stato di aver già   dato un

grosso contributo   alla gestione degli inerti sopportando per oltre dieci anni i disagi causati dalle

due discariche   di inerti di Alptransit e di Petasio attualmente attive sul loro territorio. Queste

discariche   hanno provocato e provocano polveri, rumori, aumento del traffico; enormi disagi

accresciuti dal non rispetto delle leggi e delle convenzioni da parte del gestore della discarica di

Petasio   e dall’incapacità dell’autorità cantonale di far rispettare leggi e accordi. A   questo

proposito,   a nulla sono valse le tre interrogazioni parlamentari presentate da altrettanti   gruppi

politici,   che sono sfociate in belle promesse, mai mantenute.

Le proposte   della nuova pianificazione cantonale prevedono di quasi raddoppiare l’attuale

discarica   di Petasio (che deve invece essere chiusa nel 2014-15) e, successivamente, di   creare

due nuove   discariche: una sul passo del Monte Ceneri, al posto del previsto poligono di   tiro

regionale,   che sarà realizzato ristrutturando ed ampliando quello esistente, e l’altra sul   territorio del

quartiere   di Sigirino.

I firmatari   della petizione chiedono che la discarica di Petasio termini la sua attività come   finora

previsto   e che il Consiglio di Stato rinunci al progetto di realizzare le due nuove discariche   previste

sul territorio   di Monteceneri nella Scheda V7.

Monteceneri   ha già dato molto e può dare ancora, ma non vuole avere quattro enormi montagne   di

detriti   sul suo territorio.

I cittadini   di Monteceneri e Mezzovico-Vira, con il sostegno dei gruppi politici che hanno   promosso

la petizione,   invitano pertanto i pianificatori cantonali a trovare altre soluzioni e a non   considerare il

territorio di Monteceneri come luogo di deposito della maggior parte dei rifiuti edili del Sottoceneri.

Comments are closed.

« »