Magliaso – Trasparenza sulle commesse pubbliche!

Gen 27 • Dai Comuni • 969 Visite • Commenti disabilitati su Magliaso – Trasparenza sulle commesse pubbliche!

Luca Paltenghi Consigliere comunale a Magliaso

Luca Paltenghi
Consigliere comunale a Magliaso

Interrogazione del gruppo Lega-UDC-Indipendenti

 

Premessa

La Legge sulle commesse pubbliche del 20 febbraio 2001 (LCPubb) impone espressamente all’art. 7 cpv. 3 che Cantone, comuni e altri enti debbano pubblicare annualmente la lista delle commesse pubbliche aggiudicate a invito o a incarico per importi superiori a CHF 5’000.–. Nelle commesse pubbliche rientrano le commesse edili, le commesse di fornitura e le commesse di servizio. Dal momento della pubblicazione, la lista sottostà alla Legge sull’informazione e la trasparenza del 15 marzo 2011 (LIT) e dev’essere messa a disposizione del cittadino in qualsiasi momento.

In seguito ai noti fatti di Locarno, città in cui da anni non viene pubblicata la lista delle commesse pubbliche, il quotidiano La Regione ha svolto un’interessante indagine, pubblicata il 12 dicembre 2013, da cui appare che nei 28 comuni analizzati l’applicazione della Legge a 13 anni dalla sua entrata in vigore non è uniforme, nonostante la Sezione degli enti locali abbia fatto diverse circolari in merito e metta a disposizione un programma informatico in cui inserire facilmente i dati, oltre al nuovo manuale per la gestione della qualità nel Comune. Alcuni comuni hanno inviato la lista delle commesse pubbliche per email o per posta, altri hanno invitato a consultarla presso la Cancelleria, altri hanno chiesto di compilare un formulario per la richiesta fuori dal periodo di pubblicazione, mentre c’è chi ha negato l’accesso alla lista fuori dal periodo di pubblicazione oppure non ne dispone per presunti problemi tecnici o ritardi, nonostante i conti dell’anno precedente fossero chiusi da tempo. Dal servizio, e non è una novità, emergono anche considerazioni su appalti dati dietro pressione politica, dove le amicizie e il colore politico prevalgono sull’etica. In questo senso, la LCPubb funge da controllo sociale e impone all’autorità di mostrare come spende i soldi dei contribuenti.

Rispondendo a un’interpellanza del nostro Gruppo in merito a una maggiore trasparenza sull’attività comunale e alla pubblicazione della lista delle commesse pubbliche, il 4 febbraio 2013 il Municipio di Magliaso indicava che “la stessa sarà sicuramente pubblicata agli albi e nel sito, nella misura in cui nel corso dell’anno si registrano [sic!] delibere di commesse aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a Fr 5’000.00”.

 

Alla luce di questa premessa, avvalendoci della facoltà data dagli art. 65 LOC e 27 ROC, sottoponiamo al lodevole Municipio la seguente

 

Interrogazione

 

  1. Dall’introduzione della LCPubb la lista delle commesse pubbliche aggiudicate a invito o a incarico per importi superiori a CHF 5’000.– è stata pubblicata annualmente? Se no, per quale motivo?
  2. Non risulta agli scriventi che dopo la risposta del 4 febbraio 2013 il Municipio abbia pubblicato la lista per il 2012 delle commesse pubbliche secondo l’art. 7 cpv. 3 LCPubb. Non ve ne sono state? Non ritiene che in tal caso avrebbe comunque dovuto darne comunicazione agli albi e sul sito, nel pieno rispetto del principio della trasparenza?
  3. Nel corso del 2012, quante commesse sono state messe a concorso con procedura libera o selettiva? Quante con procedura ad invito? Quante per incarico diretto?
  4. In caso di commesse aggiudicate con procedura ad invito o incarico diretto, può farne la lista esaustiva quanto a tipo di lavori, importi e beneficiari?
  5. Come intende procedere alla pubblicazione della lista per gli anni a venire?

     

     

    Per il Gruppo Lega-UDC-Ind.

     

     

    Luca Paltenghi

     

     

    Daniele Bernasconi                       Marco Burkhard                  Paola De Gaudenzi

Comments are closed.

« »