Ma quanto ci costa questa “integrazione”? Di nuovo candidati all’Oscar!

Mag 18 • L'opinione, Prima Pagina • 75 Views • Commenti disabilitati su Ma quanto ci costa questa “integrazione”? Di nuovo candidati all’Oscar!

Evvai con i bruscolini! Ancora una volta, con la solita magnanimità (già che ci siamo triplichiamo!) e attingendo sempre dalle nostre tasche, la ministra Sommaruga vuole stanziare, vedi regalare, la modica cifra di 132 milioni! A quale scopo? Per incentivare (?) l’integrazione dei nostri ospiti, quelli, per intenderci, che d’integrarsi non hanno la minima intenzione, ma siatene certi, che da questo paese dei balocchi non si schioderanno più!

Se ce l’avessero, la voglia d’integrarsi, dovrebbero, ad esempio, far smettere i travestimenti carnascialeschi con i quali sono solitamente abbigliate le loro donne! Gli uomini – quelli da “integrare” sempre alla modica cifra – si limitano a imporre retrogradi, assurdi dogmi. Intanto bighellonando, se ne infischiano della nostra cultura, usi e costumi. I loro idiomi, stanno soppiantando la nostra lingua, che non hanno nessuna voglia di apprendere: e chi glielo fa fare? Tanto, qui fanno i comodacci loro, perché hanno capito, che con gli svizzeri puoi permetterti di tutto e di più, ad esempio poltrire! Il lavoro stanca! Quindi perché farsi il mazzo? Farsi accettare? Possono vivere benissimo – sempre a spese nostre – conoscendo perfettamente – grazie al servizio dritte – quali sono i modi e le procedure giuste per accedere a sussidi e facilitazioni (solitamente negati a noi svizzeri!) che ti permettono di vivere a sbafo e fare un tubo tutto il santo giorno!

Semmai c’è sempre la possibilità di “arrotondare” quanto passa il generoso convento CH, spacciando o rubando, per esempio! E se anche ti dovessero beccare, puoi sempre contare su qualche avvocaticchio, supportato dai noti “cori a mancina” e sul TF, che ti eviteranno l’espulsione. E la pacchia continua!

Di pari passo, si moltiplicano i buchi nelle nostre cinture. Ma vuoi mettere! L’importante è mostrare al mondo, che la Svizzera, in fatto di accoglienza e generosità non è seconda a nessuno, ci mancherebbe! Se poi si lesinano 70 miseri franchetti in favore dell’AVS, non cascherà il mondo! Quello no, di sicuro! Al massimo a cascare saranno i pantaloni! Poiché hai voglia di “tirare” la cinghia”, ma quando la cura dimagrante è ferrea, il giro-vita s’assottiglia e le brache vanno ad afflosciarsi sulle scarpe!

L’importante è sfatare l’immagine di una Svizzera dai “braccini corti”, che comunque – va precisato – s’accorciano solo ed esclusivamente, quando si tratta di dare una mano ai nostri! Possiamo capire, signora CF, ciò non fa tendenza ! Questo problema, ovviamente, non tange la nostra ministra e nemmeno le voci bianche, (anzi rosse!) del “coro a mancina” citato sopra! Si continua a spendere e spandere senza chiedere il parere di nessuno, attingendo dalla cassa a piene mani, distribuendo milioni per favorire, sempre più velocemente, la disintegrazione di questo paese!

Anche quest’anno, l’Oscar dell’ottusità non ce lo toglierà nessuno! A Palazzo federale, si sta provvedendo ad ampliare la bacheca per esporre tutti quelli che ci sono già stati assegnati in passato. Intanto, nell’attesa della sfilata sul red carpet, ci sentiamo in dovere di applaudire con una standing ovation, il prestigioso cast dell’Actors Studio bernese!

Comments are closed.

« »