L’ONU compie 70 anni… in pessima salute!

Ott 9 • L'opinione, Prima Pagina • 583 Visite • Commenti disabilitati su L’ONU compie 70 anni… in pessima salute!

Drake

Alla “festa di compleanno” c’erano i “grandi” e i meno “grandi” della Terra.

Una “torta” gigantesca per rifocillarsi prima di affrontare il capiente dossier riguardante i problemi che assillano il mondo. Alcuni creati ad hoc per i molti interessi in gioco. Negare questa realtà sarebbe come prenderci in giro e soprattutto prendere per i fondelli l’opinione pubblica, che fa sempre più fatica a comprendere chi sono i” buoni” e chi sono i “cattivi”, ma sicuramente ha capito che in mezzo a questi due schieramenti ci stanno i “furbi”, quelli che “tirano il sasso” e nascondono il braccio. Evitiamo di elencarli, sono noti e la lista risulterebbe lunga, oltre che indigesta.

Dal 2002 la Svizzera fa parte dell’ONU. La maggioranza dei favorevoli all’adesione fu allora assai risicata. Le promesse invece si sprecarono, tanto che ancora oggi ci si chiede quali siano stati i vantaggi che questa adesione all’istituzione ci ha portato e ci sta portando. Possiamo però immaginare quanto ci è costata l’entrata nel “club” e quanto ci sta tuttora costando! Sicuramente non stiamo parlando di noccioline, ma tant’è !

Anche allora, nell’imminenza del voto sull’entrata o no del nostro paese al palazzo di vetro, si parlava di immensi benefici, di opportunità ma e soprattutto dell’influenza che la Svizzera avrebbe potuto esercitare in quell’ambito. Citiamo un passaggio di un articolo apparso su un giornale alla vigilia del voto:

“Uno Stato neutrale come la Svizzera potrebbe affrontare tali situazioni disponendo di un ventaglio sufficientemente esteso di possibilità d’azione. Il nostro paese, come membro dell’ONU, troverebbe inoltre più facile far conoscere alla comunità internazionale le proprie peculiarità, in primo luogo la neutralità” (fdc)

Stiamo forse parlando di quella neutralità che alcuni nostri CF e Partiti, vorrebbero sacrificare per entrare a far parte di un’altra istituzione che attualmente sta facendo acqua da tutte le parti? No, grazie! Abbiamo già dato e i risultati sono quelli che sono. Come per l’ONU, anche in UE, il 2 di picche sarebbe cosa certa, oltre che dispendiosa!

Il “compleanno” celebrato alle Nazioni Unite (?) ha comunque dato l’opportunità anche all’attuale presidente della Confederazione, signora Sommaruga, di vivere il suo momento di gloria a livello planetario. Infatti a NY ha parlato – o meglio ha pontificato, mettendolo sotto accusa – di populismo, che secondo questa illuminata statista, sarebbe la causa di tutti i mali in ogni parte del mondo. Ovviamente, il velato riferimento al nostro Paese, è stato puramente casuale! Affrontando poi l’argomento “diritti umani” (un classico della serie) la Simonetta si è dimenticata di citarne uno fondamentale per il nostro Paese: la democrazia diretta. Quella che dovrebbe permettere al popolo di poter decidere, senza poi vedersi rigirare il “bimbo nella culla” da coloro che conosciamo!

Intendiamoci, non è tanto il favellare della nostra presidente a preoccuparci, bensì le sicure, quanto arbitrarie, promesse – fatte in quella sede – di ulteriori elargizioni, di altri spontanei versamenti a fondo perso, per cause altrettanto, quanto sicuramente perse! La signora, assicurando di mettere generosamente mano al nostro portafoglio, si è dimenticata di coloro che in Svizzera, sono costretti a vivere di sola AVS! Preoccupazione che di certo non farà perdere il sonno alla nostra “allegra pianista” al momento – speriamo il più presto possibile – di dire addio alla politica!

Quali risultati potrà produrre questa assemblea generale è difficile immaginare. Sul Medio Oriente c’è confusione, sono in ballo interessi macroscopici. I movimenti sulla scacchiera di quella disastrata regione, esulano dalle regole del gioco e sono difficili da interpretare.

Intanto stiamo a guardare, sperando che da noi, dopo la trasferta oltre oceano, qualcuno, accecato dai riflettori e da cotanta visibilità, non si monti la testa e faccia ulteriori danni! In quanto al 70° compleanno dell’ONU, sarebbe auspicabile, considerati gli acciacchi, una “visita” di controllo: a quell’età non si sa mai! La disastrosa gestione del contenzioso “migrazione” da parte di questa organizzazione, palesa preoccupanti segni di spossatezza che potrebbero rivelarsi i sintomi di una ben più grave patologia.

Comments are closed.

« »