L’odiosa, insopportabile arroganza di Simonetta Sommaruga!

Lug 12 • L'opinione • 1922 Visite • Commenti disabilitati su L’odiosa, insopportabile arroganza di Simonetta Sommaruga!

12513402-facciata-palazzo-federale-con-la-bandiera-svizzera-a-berna-svizzera

Con l’arrogante “njet” all’automatismo in fatto d’espulsione degli stranieri che delinquono, la kompagna Sommaruga sta dimostrando il più totale disprezzo per quanto deciso dal Popolo che – semmai l’avesse scordato –  in questo Paese è ancora Sovrano!

Ma la Simonetta se ne fa un baffo e decide motu proprio di fare e decidere ciò che meglio crede. Con lei, in ottima compagnia,  un CF da operetta che sta perdendo, ogni giorno che passa su questa Terra, di credibilità! E questi sarebbero gli “statisti” che passa il convento, quelli che dovrebbero avere a cuore gli interessi e i destini della Patria? Madre de Dios! Non fateci ridere! Al massimo potrebbero sedere in un Consiglio Comunale, ma tenendo presente che i Consiglieri Comunali hanno a cuore gli interessi dei propri cittadini e del Comune in cui esercitano il loro mandato !

A Berna, invece, il passatempo preferito sembra essere quello di mandare tutto a ramengo, diciamo pure a puttane, e trasformare questo Paese in una colonia di un impero dispotico, anche se traballante, governato (si fa per dire) da un branco di lupi famelici, burocrati incalliti e arraffoni che in nome di un progetto utopico e

fallimentare, stanno difendendo solo ed esclusivamente i loro privilegi!

Noi intanto ne paghiamo le conseguenze subendo supinamente continui, odiosi ricatti, buttando letteralmente alle ortiche la nostra indipendenza. In quanto alla fierezza di essere Svizzeri, dobbiamo dedurre che il CF la consideri un’onta da lavare con qualsiasi mezzo!

Tornando al problema dell’espulsione automatica dei numerosi, troppi farabutti che delinquono, il CF e la  Signora Sommaruga in primis, debbono accettare il verdetto delle urne e chinarsi alla volontà popolare, evitando sporchi giochetti praticati solo con l’intento di compiacere e leccare le parti a tergo dei loro padroni che siedono a Bruxelles oppure a Washington! Se ciò non venisse seriamente preso in considerazione, ancora una volta (poiché questo oramai è il vergognoso andazzo) ci troveremo di fronte ad una palese, ulteriore erosione del nostro sistema democratico e di un ennesimo tradimento nei confronti del Popolo e di questo Paese!

La corda, quando è troppo tesa, arrischia di spezzarsi. La gente legge, ascolta e soprattutto vede! Lo spettacolo non è per nulla edificante poiché ciò che accade ogni giorno, grazie all’incomprensibile lassismo a cui assistiamo, sta minando inesorabilmente i nostri valori e la nostra sicurezza.  I nostri sgraditi “ospiti”, accampano solo diritti, misconoscendo scientemente quelli che sono i doveri. Doveri imposti giustamente al normale cittadino, mentre per coloro che vengono da lontano si chiudono entrambi gli occhi, si trovano mille scuse e attenuanti per minimizzare il loro comportamento. Come dire: un invito a riprovarci, tanto, chi li tocca! Poi chi stenderà ai nostri governanti (?) i classici tappeti rossi ? Chi elargirà loro le classiche pacche sulle spalle quando si recheranno in visita all’estero?

Siamo stufi di farci prendere per i fondelli. Ne abbiamo le scatole piene di vederci rivoltare il bimbo nella culla. Siamo nauseati dalle prediche e dai diktat calati dai pulpiti rossi, dai falsi moralisti, dagli umanisti di strapazzo che si riempiono la bocca di belle parole, predicando bene ma razzolando, spesso, in maniera indecente!

Siamo talmente imbufaliti di fronte all’arroganza di certi personaggi, tanto da  augurare loro di trovarsi confrontati di persona con certe situazioni: botte, omicidi, stupri, furti e delizie del genere. In quel caso sarebbe interessante testare la reazione di questi Soloni! Ma ciò che spesso capita al normale cittadino che vive sulla propria pelle certe situazioni e non abita in lussuose magioni protette come fortezze, difficilmente potrebbe capitare a questi difensori di ciò che è oramai indifendibile. Vedi ad esempio alla Signora Sommaruga, a qualche toga del TF o a qualche gnomo politico di nostra conoscenza. Se però dovesse accadere, possiamo immaginare la loro reazione. In quel caso sarebbero immediatamente chieste misure adeguate, l’inasprimento del codice penale  – attualmente  simile all’acqua del Lete – e a gran voce chiesto un severo “giro di vite”! Ma se capita al popolino – quantité negligéable – beh allora…

Sull’altare del politicamente corretto si sta  sacrificando il nostro futuro e quello delle generazioni a venire. È tempo di correre ai ripari, con le buone o con le cattive maniere!

 

Drake

Comments are closed.

« »