L’Oasi felice UE

Mag 2 • L'opinione, Prima Pagina • 453 Visite • Commenti disabilitati su L’Oasi felice UE

Dr. Francesco Mendolia

Dr. Francesco Mendolia

Amici io le ferie le faccio in Svizzera, il paese che mi ospita, dove trovo sicurezza, gentilezza, strutture di elevato livello, montagne , laghi, campagna, natura incontaminata, città meravigliose e prezzi adeguati. Non metto a rischio le mie ferie e la mia incolumità,  in un paese i cui dati sulla criminalità sono qui sotto elencati all’inaugurazione dell’anno giudiziario 2015 dal procuratore generale Dott. Carmelo Marino. Riflettete!

L’Italia è stata uno dei protagonisti nel non sempre facile cammino percorso insieme agli altri Paesi fondatori della Comunità per costruire un’Europa senza frontiere e barriere doganali.  

Leggasi come è ora l’Italia in termini di criminalità.

Inaugurazione anno giudiziario 2015 – RELAZIONE DEL DOTT. CARMELO MARINO

Omicidio volontario consumato o tentato

2013/2014                                    Variaz. % rispetto al periodo prec.

Omicidio                                                                   noti    ignoti    totale

Consumato                                                                 42         19          61                             +3%

di cui vittima di sesso femminile                           12           8          20                             +400%

Tentato                                                                        67          13         80                             +78%

di cui vittima di sesso femminile                           16            3          19                             +58%

Delitti contro la libertà sessuale: di stalking e in tema di pornografia

2013/2014                                    Variaz. % rispetto al periodo prec.

Reati                                                                   noti    ignoti    totale

Artt. 609 bis – 609 decies                                322       98        420                                  +38%

Stalking                                                               621        68        689                                  +25%

Pedopornografia e pedofilia                             71         20          91                                    +98%

Reati contro il patrimonio con particolare riferimento ai reati di usura, rapina, estorsione, furto in abitazione

2013/2014                                    Variaz. % rispetto al periodo prec.

Reati                                                                   noti    ignoti    totale

Furto (totale)                                                     4956  13811    18767                               +1%

Furto (abitazioni)                                                434    2389    2823                               -27%

Usura                                                                        41         54         95                               +19%

Rapina (totale)                                                     468      1491      1959                             +4%

Estorsione                                                              315       200        515                             +20%

Frodi comunitarie                                                229         17         246                             246%

Riciclaggio                                                               88         34         122                             -3%

Reati di riduzione in schiavitù e tratta di esseri umani

                                                                                        2013/2014                                    Variaz. % rispetto al periodo prec.

Reati                                                                   noti    ignoti    totale

Riduzione in schiavitù                                        6            0            6                                    0%

Tratta esseri umani                                             8            2           10                                   +233%

Delitti contro la pubblica amministrazione

  2013/2014

Reati                                                                   noti    ignoti    totale

Tot. reati                                                            1896     672      2568

di cui:

Corruzione                                                            37          7             44

Concussione                                                         21           6             27

Peculato                                                                 74         11             85

Attività terroristiche                                             0           0               0

Indebita percezione di contributi, finanziamenti concessi dallo Stato, da altri enti pubblici o dalla Comunità Europea

2013/2014                                    Variaz. % rispetto al periodo prec.

Reati                                                                   noti    ignoti    totale

N° dei reati                                                           53          29         82                                 15%

 L’andamento della prescrizione dei reati

Nel periodo in disamina il numero dei reati dichiarati estinti per prescrizione ha subito un incremento non trascurabile: n° 3’003 (contro i 2’371 del periodo precedente). Omissis.

Deve al riguardo ricordarsi che il termine di prescrizione decorre dalla consumazione del reato, o nei reati permanenti, dalla cessazione della permanenza, e per alcune tipologie di fattispecie criminose (ad es., reati contro la pubblica amministrazione, reati economici, fenomeni associativi emergenti a seguito di rivelazioni di collaboratori di giustizia) spesso la notizia di reato è acquisita in un tempo sensibilmente posteriore rispetto ai fatti-reato, con la conseguenza che il procedimento penale nasce con un handicap temporale più o meno lungo, senza che possa imputarsi ad inerzia delle forze di polizia o dell’amministrazione della giustizia l’anticipato consumarsi del tempo di prescrizione.

Tutto ciò, che costituisce una negativa peculiarità dell’ordinamento italiano, tenuto conto della falcidia dei tempi di prescrizione introdotta con la legge 5 dicembre 2005, n° 251, rende di fatto molto arduo accertare responsabilità penali con sentenza definitiva di condanna prima della maturazione della prescrizione per molti reati anche di rilevante gravità sociale. In particolare, spessissimo ciò si verifica per fatti di abuso di ufficio o di corruzione, falsi in bilancio, infedeltà patrimoniali dei responsabili di società di diritto privato.

Principali novità legislative

Omissis. La novità più significativa, prevista dall’art. 4 del decreto, è stata l’introduzione della liberazione anticipata speciale, caratterizzata da una detrazione di 75 giorni ogni sei mesi di pena scontata, anziché di 45 giorni come nella liberazione anticipata ordinaria di cui all’art. 54 O.P.

Tale nuova misura, destinata ad operare per un periodo di due anni dalla data di entrata in vigore del decreto, si distingue anche per il carattere retroattivo finalizzato ad accrescerne la portata deflattiva (si applica a partire dai semestri di pena in corso di espiazione alla data del 1° gennaio 2010). Omissis

Dal sito del Ministero della Giustizia. Corte di appello di Palermo

Comments are closed.

« »