Lo shock dei premi di cassa malati

Ott 9 • L'opinione, Prima Pagina • 534 Visite • Commenti disabilitati su Lo shock dei premi di cassa malati

La salute dipende essenzialmente dall’alimentazione e dal movimento. (Ippocrate)

Urs von der Crone Presidente ds-SVP Tessin

Urs von der Crone
Presidente ds-SVP Tessin

Ogni anno, in autunno, si ripete lo stesso giochetto: vengono resi noti gli aumenti dei premi di cassa malati per il prossimo anno. Per il 2017, in molti cantoni corrisponde a più del 5%, il che è decisamente al di là del bene e del male. Si crea un’ondata di sdegno nella popolazione poi, qualche giorno dopo, fa seguito l’ammissione che ormai da anni assistiamo impotenti a questo aumento costante dei prezzi. Ma è veramente così? Il rincaro nel settore della salute non dovrebbe essere più elevato di quello generale, che al momento è praticamente inesistente. Una cosa è sicura: la politica può o vuole intervenire solo blandamente contro i costi straripanti di ospedali, medici e medicamenti.

Si potrebbe intervenire sui diretti interessati, ossia in questo caso i medici e i pazienti, affrontando il problema alla radice? Ognuno ha fondamentalmente una responsabilità nella cura della propria salute. C’è tutta una serie di malattie che deriva dalle nostre abitudini di vita. Non sono i medici che dovrebbero consigliarci? Il loro compito non comincia soltanto dopo il manifestarsi delle malattie, bensì consiste anche nel mantenere la salute dei loro pazienti. E noi pazienti, con il nostro comportamento, possiamo fare qualcosa affinché l’intervento medico sia procrastinato il più a lungo possibile. Trattamenti superflui sono oggi spesso necessari perché molti di noi giocano pericolosamente con la propria salute praticando sport estremi. Prendiamo dei rischi nella consapevolezza che la comunità pagherà poi senza problemi l’eventuale operazione e la spesso lunga riabilitazione conseguenti a infortuni sportivi. Senza poi parlare del fatto che solo una parte degli assicurati paga di tasca propria i premi, una quantità impressionante di loro se li fa pagare dallo Stato. 

Ogni medico, dopo la sua formazione, fa il giuramento di Ippocrate, impegnandosi a essere utile alla gente e a proteggerne la salute. Ippocrate, il medico dell’antica Grecia, ha però anche detto che noi stessi possiamo trovare la via della salute se ci nutriamo nella maniera giusta e se facciamo regolarmente dell’esercizio fisico – non fanaticamente, ma moderatamente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.

« »