Le maggioranze pacifiche non esistono

Ago 10 • L'opinione • 958 Views • Commenti disabilitati su Le maggioranze pacifiche non esistono

Manuel Gomez Scrittore

Da Boulevard Voltaire del 9 agosto traduciamo un interessante articolo a firma Manuel Gomez, scrittore

Il 23 novembre 2013, mi rivolgevo, su Boulevard Voltaire, alla maggioranza pacifica dei musulmani di Francia che si lamentavano di un clima islamofobo: «Ma vi si sente? Stigmatizzate con sufficiente forza e volontà gli atti razzisti antifrancesi, antireligiosi, antirepubblicani ? »

Dopo ogni nuova escalation della violenza, dovunque si produca nel mondo, si sente mormorare di «maggioranze pacifiche». Sempre quando è troppo tardi, quando si contano i morti, dopo ecatombi e massacri. Prima e durante, è il silenzio più totale… Queste «maggioranze pacifiche» non le si sentono mai. Non esistono.

Ci sono 1,8 miliardi di musulmani nel mondo e la maggioranza è costituita da musulmani pacifici. I fondamentalisti sono stimati essere circa il 20%, secondo i servizi d’informazione di tutti i paesi del mondo. Ciò fa sì che l’80% di loro è pacifico. Ma questo 20% di fondamentalisti fa 360 milioni di musulmani votati alla distruzione della civiltà occidentale. È il loro obiettivo finale. 360 milioni, è più della popolazione d’Europa, di quella dell’America o della Russia.

È dunque questo 20% che dobbiamo combattere, e non l’80% di pacifici…muti!

Perché è questo 20% che rapisce, violenta, tortura, lapida, decapita, assassina e massacra. La storia ci insegna che non sono le maggioranze pacifiche che la scrivono, bensì gli eserciti assassini, i gruppi terroristici.

Nel 1939-45, la maggioranza dei Tedeschi era pacifica. Sono però i nazisti che riuscirono a imporre una guerra che uccise 45 milioni di militari e civili, di cui oltre 15 milioni nei campi di concentramento e sei milioni di Ebrei.

Nell’URSS staliniana, la maggioranza dei Russi era pacifica, tuttavia ci sono state circa 30 milioni di persone assassinate.

Nella Cina maoista, la maggioranza dei Cinesi era pacifica, ma ciò non impedì ilo massacro di quasi 70 milioni di loro compatrioti.

Tutte le maggioranze di questi paesi erano pacifiche, ma non poterono far nulla per arrestare tutti questi macelli, queste ecatombi, questi genocidi!

L’11 settembre 2001, c’erano circa 8 milioni di musulmani, di cui poco più di due milioni di Arabi, che vivevano negli USA. Ne furono tuttavia sufficienti 19 di loro per mettere in ginocchio l’America distruggendo il World Trade Center e uccidendo quasi 3’000 pacifici innocenti.

Le maggioranze pacifiche non esistono, sono mute e perciò non le si sentono mai, né in Egitto, né in Libia, né in Siria, né in Iraq, né in Iran, né in Turchia, né da nessuna parte.

Esistono forse in Palestina per esigere da Hamas che cessi i suoi lanci di missili contro Israele – in disprezzo di migliaia di morti e feriti, bambini e donne – che sono la causa e la ragione della repressione oltre misura subita da questa popolazione innocente?

Si sentono soltanto le grida di odio delle minoranze, i tiri di pistola nelle nuche, gli scoppi di bombe, le raffiche dei Kalashnikov.

La maggioranza pacifica non esiste, né nel mondo, né in Francia.

Comments are closed.

« »