Le infami trame del Consiglio Federale

Set 11 • L'opinione, Lettori, Prima Pagina • 762 Visite • Commenti disabilitati su Le infami trame del Consiglio Federale

Vittorio Pedrocchi Architetto, Locarno

Vittorio Pedrocchi
Architetto, Locarno

La Costituzione Federale approvata in votazione popolare il 18 aprile 1999 recita:

Preambolo

In nome di Dio Onnipotente

il Popolo svizzero e i Cantoni, consci della loro responsabilità di fronte al creato, risoluti a rinnovare l’alleanza confederale e a consolidarne la coesione interna, al fine di rafforzare la libertà e la democrazia, l’indipendenza e la pace, in uno spirito di solidarietà e di apertura al mondo,

determinati a vivere la loro molteplicità nell’unità, nella considerazione e nel rispetto reciproci,

coscienti delle acquisizioni comuni nonché delle loro responsabilità verso le generazioni future,

consci che è libero soltanto chi usa della sua libertà e che la forza di un popolo si commisura al benessere dei più deboli dei suoi membri, si sono dati la presente Costituzione:

Art. 1    Confederazione Svizzera

Art. 2    Scopo

  1. La Confederazione Svizzera tutela la libertà e i diritti del Popolo e salvaguarda l’indipendenza e la sicurezza del Paese.
  2. Promuove in modo sostenibile la comune prosperità, la coesione interna e la pluralità culturale del Paese.
  3. Provvede ad assicurare quanto possibile pari opportunità ai cittadini. Si impegna per la conservazione duratura delle basi naturali della vita e per un ordine internazionale giusto e pacifico. Ecc.

Da alcuni anni il CF sta tramando segretamente e subdolamente l’adesione della Svizzera all’UE, contro il palese e corale volere del popolo, violando nel modo più vergognoso la Costituzione federale. Ciò significa che il CF sta smantellando sistematicamente pezzo per pezzo, in gran segreto, i pilastri fondamentali che reggono il paese: libertà, indipendenza, democrazia, neutralità, per sottomettersi pavidamente all’UE, alla sua legislazione, ai suoi tribunali.

Pure allibito e disgustato rimane il popolo svizzero di fronte all’opposizione pretestuosa del CF di tradurre in legge il risultato di numerose votazioni popolari.

Ciò significa la grave violazione della Costituzione federale, ancora infinitamente più grave perché effettuata proprio da chi, di fronte a tutto il popolo svizzero, ha giurato solennemente di esserne fedele esecutore e garante dei valori ivi contenuti.

Senza giri di parole ciò equivale al tradimento più spudorato dei solenni impegni presi e promessi, alla volontà di svendere a potenze straniere il paese, per ridurlo a colonia sottomessa ai voleri dell’UE.

Si tratta di alto tradimento, della colpa peggiore di cui si può macchiare un’autorità eletta a governare.

Per questi gravissimi, colpevoli, infamanti motivi, il CF dev’essere destituito.

Comments are closed.

« »