L’amministrazione della Berna federale è impazzita

Giu 26 • L'opinione, Prima Pagina • 594 Visite • Commenti disabilitati su L’amministrazione della Berna federale è impazzita

Patanegra

Patanegra

Fino a 20’000 franchi di multa per un sacco dei rifiuti smaltito male? 20’000 franchi di multa se deposito in strada il sacco un paio d’ore prima dell’orario previsto? È una barzelletta?

 

No, no, non è una barzelletta. Non l’ho letto quale pesce del 1° aprile in un quotidiano, bensì nella “NZZ am Sonntag” del 14 giugno, un giornale peraltro considerato ancora serio. Perlomeno, è ciò che ha proposto lo spettabile Ufficio federale dell’ambiente (UFA). Con questo supera perfino l’altrettanto spettabile Ufficio federale della sanità, con le sue sempre più frequenti norme e raccomandazioni fantasiose per il nostro comportamento quotidiano. 

 

Mi sfrego gli occhi e, per sicurezza, rileggo il dettagliato regolamento per la raccolta dei rifiuti della città di Berna. In esso tutto è chiaramente regolamentato. Nel distretto C i sacchi dei rifiuti devono essere deposti il giorno e l’ora fissati (9.00 del mattino), al massimo due ore prima della raccolta. Alla fine del “calendario dei rifiuti” c’è scritto inequivocabilmente: “Smaltimenti errati o in orari inopportuni possono essere puniti con una multa”. Va bene, ma fino a 20’000 franchi, come proposto dall’UFA?

 

Va bene che il traffico stradale ci sta vieppiù abituando a tali multe e punizioni draconiane. Un paio di Km/h di troppo ti rovina, e un unico bicchiere di vino in eccesso ti uccide. Meglio trafficare liberamente droga o uccidere la suocera; in quest’ultimo caso sono addirittura previste delle attenuanti di fronte al tribunale. Al contrario, per un sacco dei rifiuti smaltito male, mai e poi mai.  

 

Ah sì, ancora una cosa: io mi attengo il più possibile al regolamento per la raccolta dei rifiuti. Ma nel vicinato c’è una famiglia dipendente dall’aiuto sociale, che deposita i suoi sacchi dei rifiuti in strada quando e dove vuole. Chi – mi chiedo – pagherebbe poi le sue multe? La risposta a questa domanda la lascio alla fantasia delle lettrici e dei lettori.  

 

La terrorizzazione del popolo svizzero da parte dell’amministrazione della Berna federale diventa sempre più inarrestabile e sfacciata. Il nostro governo non riesce apparentemente più a porvi dei limiti. Sotto pressione è messo sempre più il nostro parlamento. Ma per questo devono sedervi le persone giuste. Il prossimo ottobre decideremo sulla sua nuova composizione.    

 

Comments are closed.

« »