L’addio alla politica di Toni Brunner!

Nov 30 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 200 Views • Commenti disabilitati su L’addio alla politica di Toni Brunner!

Toni Brunner in visita in Ticino con i candidati UDC alle elezioni federali 2015

Il 24 corrente è arrivata la notizia che il consigliere nazionale del canton San Gallo Toni Brunner ha inviato, al presidente del Consiglio nazionale la lettera di dimissioni dalla carica per la fine del corrente anno. Brunner fu eletto consigliere nazionale la prima volta nel 1995 all’età di 21 anni – è stato finora il più giovane di tutti i tempi – poi presidente della sezione di San Gallo dell’UDC nel 1998, e quindi vicepresidente del partito nazionale nel 2000. Era considerato dinamico, disciplinato e ambizioso. Il suo mentore, Christoph Blocher, lo sostenne per ovviare alla sua mancanza di esperienza e maturità. Quando assunse la presidenza del partito succedendo a Ueli Maurer nel 2008, Toni Brunner aveva già alle spalle una lunga carriera politica. Rimase in carica fino al 2016.

Il Sangallese ha incarnato e condiviso la linea dura del partito sulla politica migratoria, l’Europa e il sostegno all’esercito e all’agricoltura. Alle elezioni federali del 2015, l’UDC ottenne quasi il 30% dei voti e riuscì a far eleggere un agricoltore in Consiglio federale, il vodese Guy Parmelin.

Queste le motivazioni espresse dal dimissionario Toni Brunner: «A causa della politica, la mia famiglia, la mia fattoria e la mia locanda sono sempre state un po’ trascurate».

Quanto alla scelta di lasciare entro fine anno, Brunner ha spiegato: «se finisco questa legislatura, il mio partito a San Gallo dovrà candidarsi alle elezioni parlamentari del prossimo autunno con uno in meno, il che potrebbe portare alla perdita di un seggio. Preferisco lasciare spazio a un giovane». Il suo successore al Nazionale dovrebbe essere Mike Egger, 26 anni, deputato in Gran Consiglio. Toni, che è un politico avveduto, con queste ultime frasi, ha messo in prima linea l’interesse futuro dell’UDC.

Il Canton San Gallo ha 12 eletti alla camera del popolo, di cui ben 5 appartengono all’UDC. Dopo quasi 5 legislature di presenza a Palazzo federale, riteniamo che l’abbandono dell’attività politica di Toni sia più che legittimo.

Grazie Toni per quel che hai fatto e per quanto ci hai insegnato.

 

FRG

Comments are closed.

« »