La risatina

Mar 10 • L'opinione, Prima Pagina • 210 Visite • Commenti disabilitati su La risatina

Un uomo viene processato per direttissima per avere ucciso un esemplare di condor, specie in via di estinzione. Il giudice non vuole sentire storie: – Allora come si dichiara: colpevole o non colpevole? – Colpevole, ma… – Niente ma! La condanno a tre anni di reclusione e al pagamento di una multa di 10’000 Euro. – Ma… vostro Onore, mi lasci almeno spiegare! – Va bene, parli pure! Ma dovrà essere molto convincente! – Allora, mi trovavo con la mia famiglia a fare una escursione nei boschi. Dopo un po’ ci siamo persi e non siamo più riusciti a ritrovare la strada di casa per diversi giorni. Mia moglie e i miei figli stavano morendo di fame quando abbiamo trovato quel condor ferito. Allora lo abbiamo ucciso e ce lo siamo mangiato, altrimenti non saremmo sopravvissuti! Il giudice, convinto dalla storia, commuta la sentenza: – Mi dispiace, non sapevo che fosse andata così. Allora, sospenderò la sentenza e fisserò la multa in 100 Euro.

Il processo termina ed escono tutti dall’aula. Il giudice e l’imputato si trovano subito dopo insieme in ascensore: – Vostro Onore… non so proprio come ringraziarla! – Non si preoccupi. Piuttosto, mi dica, qualche volta vado a caccia anch’io e, mi sono sempre chiesto, qual è il sapore di un condor? – Guardi… se le dovessi proprio dire, il sapore è a metà tra il cucciolo di foca e l’aquila calva…

Comments are closed.

« »