In Svizzera petrolio dell’ISIS?

Giu 12 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 657 Visite • Commenti disabilitati su In Svizzera petrolio dell’ISIS?

Pierre Rusconi Consigliere nazionale UDC

Pierre Rusconi
Consigliere nazionale UDC

 

Interrogazione del consigliere nazionale UDC Pierre Rusconi

 

Da fonti risulta che il petrolio estratto nei pozzi siriani conquistati e controllati dall’organizzazione terroristica ISIS venga venduto, tramite Turchia e Siria, anche all’Europa.

Gli introiti di questo commercio sono una delle principali fonti di guadagno per l’organizzazione terroristica, stimate attorno ai 3 milioni di dollari al giorno.

 

La Svizzera si informa sulla reale provenienza del petrolio proveniente da queste regioni al fine di non finanziare inconsciamente il terrorismo?

 

Risposta del Consiglio federale:

 

Il CF ha risposto che la sicurezza matematica non c’è, ma quasi certamente si può escludere che la Svizzera acquisti petrolio proveniente dai pozzi controllati dall’ISIS, in quanto le leggi prevedono che i rivenditori presentino documenti che certifichino l’origine del petrolio e che non sarebbe nel suo interesse, sia economico sia d’immagine, commerciare con prodotti dalla provenienza dubbia. 

Comments are closed.

« »