Improvvisa urgenza fisiologica e “bravi ragazzi”

Mag 13 • L'opinione, Prima Pagina • 506 Visite • Commenti disabilitati su Improvvisa urgenza fisiologica e “bravi ragazzi”

Drake

Il titolo potrebbe sorprendere i nostri potenziali lettori, i quali di primo acchito faticheranno a comprendere il nesso. Con un po’ di pazienza e un attimo d’attenzione, dimostreremo che il nesso, con l’umana, improvvisa urgenza fisiologica della CF Simonetta Sommaruga e i “bravi ragazzi”, esiste eccome!

Probabilmente, il motivo dell’urgenza che ha costretto la signora ad abbandonare l’aula per recarsi in bagno, pensiamo sia imputabile a una cenetta a base di crostacei, forse avariati, consumati a Bruxelles in occasione di una chiamata “a rapporto”, da parte di qualche pezzo da novanta dell’UE. Ma potrebbe anche trattarsi di una reazione puramente emotiva, indotta dalla “mazzolata” verbale inferta giustamente dall’UDC zurighese Roger Köppel, alla Ministra, per quanto concerne l’accordo sulla libera circolazione delle persone – e qui entrano in scena i “bravi ragazzi” – estesa ora alla Croazia, in barba alla nostra Costituzione. Ma questa è materia che lasciamo agli specialisti!

Stranamente, al seguito della responsabile del DFGP, in bagno e all’unisono si sono pure precipitati i colleghi parlamentari targati PS, probabilmente vittime dell’analoga intossicazione. Curioso fenomeno di defecatio collettiva. Mah!

E veniamo ai “bravi ragazzi”, quelli, per intenderci, che grazie alla politica delle “porte aperte”, sostenuta a spada tratta dalla CF, stanno invadendo l’Europa.

Il servizio-navetta gestito dalla marina italica “dell’Ammiraglio” Renzi prosegue quotidianamente. Poi si stigmatizza l’incazzatura degli austriaci !

I “bravi ragazzi”giungono oramai a migliaia sui barconi che partono dalla Libia e, qualche faccia patibolare e barbuta, a meno di essere totalmente ciechi, fra questi baldi giovanotti la s’individua facilmente. Sono i “commessi viaggiatori” del Profeta e della premiata ditta Islam, che in Europa si  sta espandendo aprendo diverse filiali del terrore.

Ci vuole forse qualche gavettone d’acqua gelida per svegliare i nostri “sacerdoti” e “vestali”dell’accoglienza, favorevoli alle naturalizzazioni-espresso e alla distribuzione di permessi B come se si trattasse di noccioline ? E non ci si venga a dire che non è vero, accusandoci d’essere demagogici!

Intanto, nel corso di un’operazione antiterrorismo svoltasi in Lombardia negli ultimi giorni d’aprile, nella rete sono finiti alcuni esemplari modelli di “bravi ragazzi”!

Così bravi e buoni tanto dal voler compiere un attentato a Roma, probabilmente in Vaticano! Chissà se Papa Bergoglio si ostinerà ancora a effettuare lavande dei piedi a effetto mediatico e portarsi appresso dai suoi viaggi interi nuclei familiari islamici, ora logicamente a carico dei contribuenti italiani e di certo non ospitati in Vaticano! Luminoso esempio di disinteressata carità! Scusi, Bergoglio, permetta una domanda: e i cristiani? Forse non fanno abbastanza audience ?

Fra i fanatici jihadisti arrestati in Lombardia, anche un certo  Abderrahim Moutaharrik. Aveva soggiornato a Lugano grazie a un permesso B poi revocato! “Noccioline, noccioline!” Questo invasato figlio di… un Profeta, praticava, la kickboxe in una palestra di Canobbio! “Un bravo ragazzo, gentile, disponibile: è stato persino campione svizzero!”. Come no!  Stiamo parlando di un potenziale assassino, che stava progettando una strage per “vendicarsi”!  Forse per averlo accolto e sicuramente anche mantenuto?

Ci ripetiamo per i duri d’orecchio: la Svizzera non è assolutamente al riparo da atti terroristici, e l’eccesso di buonismo al quale stiamo assistendo, li potrebbe facilitare! Il “bravo ragazzo” aveva in mente di far saltare la palestra di Canobbio nella quale si allenava (SIC!!)

Altro che apartheid! Fra non molto, signor Bertoli, a essere segregati saremo noi! Queste “risorse” che vi ostinate a coccolare,  nei nostri confronti nutrono solo odio! Vogliono conquistarci e sottometterci in nome di un fanatismo pseudo religioso che la sinistra e altri partiti sembrano quasi voler favorire!

Parafrasando il Conte Tacchia, dell’Europa “nun ce pò  fregà de meno!”. Se siamo arrivati a questo punto è grazie alla politica praticata dall’UE: permettere, facilitare, incoraggiare l’invasione del Continente per subdoli, oscuri scopi che nulla hanno a che vedere con l’umanitarismo!

Le frequenti trasferte a Bruxelles, e i cambiamenti delle abitudini culinarie – vedi cibi esotici – possono causare disturbi intestinali. Un improvviso attacco di diarrea è sempre imbarazzante, soprattutto se si manifesta nel corso di una seduta parlamentare. La salute della nostra CF ci sta particolarmente a cuore, così come il futuro di questo Paese!  Lo stucchevole motivetto dei diritti umani usurpati, del razzismo, dell’integrazione, delle opportunità e dell’arricchimento, oramai non l’ascolta più nessuno. Pensiamo piuttosto ai diritti dei nostri cittadini e al rischio che si corre – andando avanti di questo passo – di perdere forse irrimediabilmente la nostra libertà!

Comments are closed.

« »