Il „Paragrafo arrugginito“

Mag 27 • L'opinione, Prima Pagina • 356 Visite • Commenti disabilitati su Il „Paragrafo arrugginito“

Urs von der Crone Presidente ds-SVP Tessin

Urs von der Crone
Presidente ds-SVP Tessin

Chi non vorrebbe ricevere una volta un riconoscimento e andare a casa tutto fiero con un premio? Tuttavia, ci sono anche premi che si farebbe volentieri a meno di ricevere.

 

Da alcuni anni, IG Freiheit, presieduta da Gregor A. Rutz, attribuisce un premio che si distingue dagli altri: la legge più stupida e inutile viene premiata con la rimessa del “Paragrafo arrugginito”. In Internet, ognuno può partecipare alla nomina di chi deve ricevere il premio. Quest’anno, esso va a Hans Wyss, direttore dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria, per le sue nuove ordinanze e normative nel settore alimentare, che riempiono oltre 2’000 pagine. Con grande zelo vi sono state raccolte prescrizioni cui devono sottostare cose della quotidianità, da prodotti alimentari ad articoli cosmetici quali i nostri gel per doccia o Sali da bagno. La molteplicità di prescrizioni e messe in guardia sui nostri prodotti crea sempre grandi confusioni e ci mettono sotto tutela quali consumatori. In discussione c’erano però anche altri decreti: dei politici basilesi volevano imporre il colore delle decorazioni natalizie. Le autorità di Losanna, a causa di un presunto inquinamento acustico, hanno autorizzato solo fino alle 2.00 del mattino l’esercizio delle cosiddette “discoteche silenziose”, nelle quali i visitatori ascoltano la musica in cuffia. La legge “Swissness”, che vuole tutelare il marchio Svizzera, stabilendo quanto debba essere la quota di materie prime svizzere: essa ha per conseguenza che la “Rivella rossa”, grazie al contenuto di zucchero svizzero, può essere denominata prodotto svizzero, ma la “Rivella blu”, senza zucchero, non può esibire la denominazione d’origine, perché la quantità d’acqua non viene considerata.

 

I vincitori del premio degli scorsi anni si sono distinti nei seguenti settori: la Sezione origine e tessili della Direzione generale delle dogane era obbligata, per stabilire le tariffe doganali, a definire le differenze esatte fra calzoni corti, calzoncini da bagno e mutande. La Regia federale degli alcool ha stabilito che le borse per il trasporto con pubblicità di distillati possono essere utilizzate unicamente per il trasporto di tali bevande; di conseguenza, l’ulteriore uso di queste borse per il trasporto di altre merci non è perciò permesso. In canton Zugo è stato stabilito che, per persona, non possono essere portati fuori più di quattro cani di età superiore ai sei mesi, e che contemporaneamente non possono passeggiare più di due cani senza guinzaglio. Sono però ammesse delle circostanze eccezionali… Altre idee brillanti provenienti dalle scrivanie delle nostre autorità e dei funzionari amministrativi possono essere trovate sulla pagina Internet di IG Freiheit. 

Comments are closed.

« »